Biertan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biertan
comune
Biertan – Veduta
Localizzazione
StatoRomania Romania
RegioneWappen Großfürstentum Siebenbürgen.png Transilvania
DistrettoActual Sibiu county CoA.png Sibiu
Territorio
Coordinate46°08′N 24°31′E / 46.133333°N 24.516667°E46.133333; 24.516667 (Biertan)Coordinate: 46°08′N 24°31′E / 46.133333°N 24.516667°E46.133333; 24.516667 (Biertan)
Superficie91,82 km²
Abitanti2 898 (2007)
Densità31,56 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale557045
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Romania
Biertan
Biertan
Biertan – Mappa
Posizione del comune all'interno del distretto
Sito istituzionale

Biertan (in ungherese Berethalom, in tedesco Birthälm) è un comune della Romania di 2.898 abitanti, ubicato nel distretto di Sibiu, nella regione storica della Transilvania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Biertan si trova in una zona collinare, sulla riva sinistra della Grande Tarnava. Nel centro della località il ruscello Biertan confluisce con il ruscello Richis, le case e le strade essendo poste lungo di esse. Il comune è formato dall'unione di tre villaggi: Biertan, Copșa Mare, Richiș.

Il principale monumento della città è la cittadella fortificata: il complesso venne costruito tra il XV ed il XVI secolo in stile gotico con alcuni elementi rinascimentali. L'edificio principale è una grande chiesa a tre navate costruita tra il 1492 ed il 1516; per circa 300 anni Biertan fu residenza episcopale evangelica, esattamente tra il 1572 ed il 1867.

Il complesso venne danneggiato da un terremoto nel 1977 ed è stato oggetto di importanti restauri, in particolare alle arcate portanti. Da 1993 la Cittadella è uno dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Fra le quasi 300 chiese fortificate erette tra i secoli XV e XVI, quella di Biertan mantiene molto bene il suo odierno aspetto. L'edificio e posato su una collinetta proprio nel centro del villaggio, cui le valli sono bordeggiate da vigne, culture di granturco e boschi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Non lontano di Biertan, a più o meno 5 km, in un bosco è stato scoperto un oggetto votivo datando dal IV secolo, conosciuto come l'ex voto o il Donario di Biertan. Questo oggetto costituisce una delle prove della continuità dei rumeni nella Transilvania dopo il ritiro romano del 275 e si trova nel Museo Brukenthal di Sibiu. E fatto da un asse coperta in bronzo. L'iscrizione è "Ego Zenovius votum posvi" ("Io Zenovius ho offerto questo dono")

Si ritiene che il villaggio sia stato fondato fra 1224 e 1283 dai Sassoni transilvani. È cresciuto rapidamente come una importante città commerciale raggiungendo 5000 abitanti all'inizio del sedicesimo secolo. Nel 1572 il prete Lucas Unglerus (originario di Biertan) fu scelto capo della comunità evangelica della Transilvania, la località conquistando per l'importanza religiosa quello che aveva perso in preferenza a Medias nei confronti amministrativi.

Nel 1704, la città, benché molto forte, è stata colta di sorpresa dai Kuruc, che l'hanno devastata. Dopo la seconda guerra mondiale molti sassoni sono stati deportati in Siberia per cinque anni o di più. Dopo la caduta del comunismo molti sassoni sono partiti per la Germania.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Edifici componenti

La chiesa, costruita fra 1492 e 1516, è l'ultima di stile tardo gotico in Transilvania. L'entrata si può fare da 3 lati: sud, ovest e nord. Gli artigiani di Romania sono stati molto influenzati da quelli di Vienna e Norimberga come si può notare dallo stile dell'altare (il più grande del paese, con 28 pannelli dipinti) e del pulpito, intagliato nella pietra da Ulrich di Brașov.

L'altare sempre in stile tardo gotico è stato realizzato a più riprese fra il 1515 e il 1524. Le panche della chiesa, costruite più o meno nello stesso periodo fra il 1514 e il 1523 da Reychmut di Sighișoara, sono tra le più preziose della Transilvania. Unica nel suo modo è la porta del vestibolo realizzata nel 1515, rimarcabile per il suo sistemo di serrature. Il complesso venne danneggiato da un terremoto nel 1977 ed è stato oggetto di importanti restauri, in particolare alle arcate portanti.

La torre/bastione prigione
:aveva una funzione un po' strana: per una settimana o di più quelli che volevano separarsi erano messi qui dovendo parteggiare un solo letto, tavola, un solo servizio di posate.

La torre a orologio nordest:
oltre alla funzione suggerita dal nome, funzionava come torre di difesa per le prime mura di cinta. All'interno c'è una passerella di legno. Le mura hanno finestre di tiro.

La torre campanile nord:
con una campana di legno restaurata nella prima parte del diciannovesimo secolo.

La torre del mausoleo:
qui sono state spostate nel 1913 le pietre tombali di preti morti dal sedicesimo secolo fino al diciannovesimo.

La torre cattolica sud:
il tema dei dipinti riguarda soprattutto il Giudizio universale. Questa torre ha rappresentato la tolleranza religiosa in un paese spesso trovatosi di fronte a conflitti etnici o religiosi. Quando la maggior parte degli abitanti di Biertan è diventata protestante, questa torre fu eretta per i fedeli cattolici. Sin da 1564 la Transilvania era l'unico paese europeo con almeno 4 confessioni (calvinisti, luterani, antitrinitaristi, romano-cattolici ma anche ortodossi) svelando così un certo grado di libertà religiosa.

La torre del Municipio ovest della chiesa:
rappresenta anche una torre-porta al camino dei carri che entravano nella chiesa, collegando le mura interiori a quelle medie. Resti di decorazioni si vedono solo sulla trave del tetto.

Le torri della porta sud della chiesa:
una corrispondente alle terze mura, e una alle seconde. La torre interiore era conosciuta anche come quella della pancetta, perché in tempo di assedio qui erano mantenuti gli alimenti.

Il bastione dei tessitori ovest:
oggi è l'atelier di un pittore locale.

Le mura della chiesa:
tre mura concentriche, quelle dell'interiore essendo circolari. La connessione si faceva attraverso delle porte-torre.

Accesso gli ex quartieri sono legati al complesso da una scalinata coperta.

Immagini della cittadella fortificata[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235230085 · GND (DE4641677-8 · WorldCat Identities (EN235230085
Romania Portale Romania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Romania