Concattedrale dei Santi Pietro e Paolo (Osijek)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Concattedrale dei Santi Pietro e Paolo
Osijek, Županijska, chrám (celý).jpg
StatoCroazia Croazia
RegioneOsijek e Baranja
LocalitàOsijek
Religionecattolica
Arcidiocesi Đakovo-Osijek
Consacrazione1900
ArchitettoFranz Langenberg
Stile architettoniconeogotico
Inizio costruzione1894
Completamento1900
Sito web

Coordinate: 45°33′38.29″N 18°40′33.82″E / 45.560636°N 18.676061°E45.560636; 18.676061

La concattedrale dei Santi Pietro e Paolo (in croato: Konkatedrala sv. Petra i Pavla) si trova a Osijek, in Croazia, ed è la concattedrale dell'arcidiocesi di Đakovo-Osijek.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa è stata commissionata dal vescovo Josip Juraj Strossmayer nel 1866 per sostituire un precedente edificio ritenuto troppo piccolo. Tuttavia solo nel 1892 ebbe luogo la gara per il progetto, vinta dall'architetto tedesco Franz Langenberg. Nel 1894 la vecchia chiesa fu demolita e cominciò la costruzione della concattedrale, un edificio in stile neogotico a tre navate con una torre alta 94 metri. Nel 1898 è stato completato l'esterno mentre sono continuati i lavori per le decorazioni dell'interno. Due anni dopo la chiesa è stata completata e il 20 maggio del 1900 è stata dedicata da Josip Juraj Strossmayer.[1]

Il 18 giugno 2008, con l'erezione dell'arcidiocesi di Đakovo-Osijek, la chiesa è stata elevata a concattedrale in virtù della bolla Ad totius dominici di papa Benedetto XVI.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]