Collegio San Giuseppe - Istituto De Merode

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Collegio San Giuseppe - Istituto De Merode
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàRoma
IndirizzoVia S. Sebastianello, 1
Organizzazione
Tipo
  • Scuola primaria
  • Scuola secondaria di primo grado
  • Liceo classico
  • Liceo scientifico
OrdinamentoParitaria
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 41°54′26.28″N 12°28′54.84″E / 41.9073°N 12.4819°E41.9073; 12.4819

Il collegio San Giuseppe - Istituto De Merode è una istituzione scolastica cattolica dei Fratelli delle Scuole Cristiane con sede a Roma in piazza di Spagna. Presso quest'istituto è possibile frequentare la scuola primaria, la scuola media e il liceo classico e scientifico.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Il collegio nacque nel 1850 come “École française” a palazzo Poli, mentre l'istituto fu fondato nel 1871 da Francesco Saverio de Mérode, presso il palazzo Altemps. Furono unificati nel 1929[1].

Durante l'occupazione tedesca, il collegio S. Giuseppe-Istituto de Mérode si distinse, come altre scuole cattoliche romane, per la sua azione in favore degli ebrei, numerosi dei quali furono nascosti nell'istituto mescolati tra gli studenti e i docenti[2]. Secondo la testimonianza di Dennis Walters, durante l'occupazione tedesca il San Giuseppe De Merode ha dato rifugio a una quarantina di persone tra ebrei perseguitati, ufficiali antifascisti e monarchici[3]. In riconoscimento del suo ruolo, il preside dell'epoca, Sigismondo Ugo Barbaro è stato inserito tra i Giusti tra le nazioni il 10 maggio 2017.

Nel 2000, per il 150º anno dalla fondazione, le poste italiane hanno dedicato all'istituto un francobollo da 800 lire[4].

Attività sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1938, nel campetto dell'istituto nasce la squadra di pallacanestro Stella Azzurra Roma da un'idea di fratel Mario Grottanelli[5].

Prima della seconda guerra mondiale, il collegio avviò una collaborazione con Rugby Roma nel settore giovanile ottenendo buoni risultati tra cui la vittoria nel campionato giovanile nazionale nel 1948[6]. Nel 1946 la rosa confluì nell'Amatori Lazio per disputare il girone romano della Divisione Nazionale[7].

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Benemeriti della scuola, della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Benemeriti della scuola, della cultura e dell'arte
— 1974[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]