Cloruro di piombo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cloruro di piombo
Aspetto del cloruro di piombo
Struttura del cristallo
Nome IUPAC
dicloruro di piombo
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolarePbCl2
Massa molecolare (u)278,11
Aspettosolido bianco
Numero CAS7758-95-4
Numero EINECS231-845-5
PubChem24459
SMILES
Cl[Pb]Cl
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)5,85
Indice di rifrazione2,199-2,260
Solubilità in acquaPoco solubile
Temperatura di fusione501 °C (774 K)
Temperatura di ebollizione950 °C (1.223 K)
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1)−359,41
S0m(J·K−1mol−1)135,98
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante pericoloso per l'ambiente tossicità acuta
pericolo
Frasi H302 - 332 - 360Df - 373 - 410
Consigli P201 - 273 - 308+313 - 501 [1][2]

Il cloruro di piombo è il sale di piombo (II) dell'acido cloridrico. È un composto tossico per la riproduzione, nocivo, pericoloso per l'ambiente.

In natura è presente come minerale nella cotunnite.

Sintesi[modifica | modifica wikitesto]

Si prepara per precipitazione con cloruri da soluzioni concentrate di sali di piombo, oppure per attacco con acido cloridrico dell'ossido o del carbonato.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Si utilizza nella preparazione del cromato di piombo, un pigmento conosciuto come giallo cromo e come additivo per la produzione della pietra infernale dura.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 30.10.2012
  2. ^ Smaltire presso un impianto di trattamento dei rifiuti autorizzato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]