Cicer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cicer
Cicer arietinum HabitusFruits BotGardBln0906a.jpg
Pianta di ceci coltivati
(Cicer arietinum)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Tribù Cicereae
Genere Cicer
Nomenclatura binomiale
Cicer sp.
L., 1753
Specie
  • v. testo

Il genere Cicer Linneo 1753 (cece in senso lato) comprende un gran numero di specie di leguminose erbacee e rampicanti, tra le quali il cece propriamente detto, coltivato sin dall'antichità.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Cicer è spontaneo nelle regioni calde del Vecchio Mondo, con preferenza per i climi aridi o semiaridi.

Il maggior numero di specie si concentra nell'Asia centrale e occidentale.

In Europa il genere Cicer è spontaneo solo nella penisola balcanica.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

I Cicer sono erbe annuali o perenni, secondo le specie, spesso suffruticose.

Le foglie, sempre composte, possono essere, secondo le specie, paripennate o imparipennate.

I fiori, che presentano la tipica corolla irregolare (papilionacea) delle Leguminose, sono isolati o riuniti in racemi poco numerosi, e possono essere bianchi, gialli, rosa, porporini, bluastri, violetti, a seconda delle specie e con una certa variabilità di colore anche all'interno di ciascuna specie. Alcune specie hanno corolla pubescente.

Il frutto è un legume.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Da sempre inserito nella famiglia delle Leguminose o Fabacee, il genere Cicer è collocato, all'interno di questa, nella sottofamiglia delle Faboidee. All'interno di questa, la notevole affinità con il genere Vicia lo faceva collocare tradizionalmente nella tribù delle Viciee, ma da qualche decennio la maggior parte degli studiosi preferisce attribuirlo a una tribù a sé stante, le Ciceree.

Il genere Cicer comprende circa 40 specie, che alcuni autori ripartiscono in due o più sottogeneri.

Riportiamo l'elenco delle specie in base a Catalogue of Life 2010 [1]:

  • Specie coltivate:
    • Cicer arietinum (cece in senso proprio, largamente coltivato, originario dell'Asia)
  • Specie esclusive dell'Asia centrale (Asia centrale ex-sovietica e Afghanistan):
    • Cicer bakishuanicum
    • Cicer fedtschenkoi
    • Cicer flexuosum
    • Cicer grande
    • Cicer incanum
    • Cicer korshinskyi
    • Cicer laetum
    • Cicer mogoltavicum
    • Cicer multijugum
    • Cicer pacijugum
    • Cicer pungens
    • Cicer rassulovae
    • Cicer rechingeri
    • Cicer yamashitae
  • Altre specie esclusivamente asiatiche:
    • Cicer acanthophyllum (India, Pakistan, Asia centrale)
    • Cicer anatolicum (Asia occidentale)
    • Cicer balcaricum (Russia asiatica)
    • Cicer bijugum (Asia occidentale)
    • Cicer chorassanicum (Asia centrale e Iran)
    • Cicer echinospermum (Turchia e Iraq)
    • Cicer judaicum (Medio Oriente)
    • Cicer kermanense (Iran)
    • Cicer macracanthum (India, Pakistan, Asia centrale)
    • Cicer microphyllum (Cina, Nepal, India, Afghanistan)
    • Cicer nuristanicum (India, Pakistan)
    • Cicer oxyodon (Afghanistan, Iran, Iraq)
    • Cicer pinnatifidum (Asia occidentale)
    • Cicer reticulatum (Turchia)
    • Cicer songaricum (Asia centrale, Siberia, Mongolia)
    • Cicer spiroceras (Iran)
    • Cicer stapfianum (Iran)
    • Cicer subaphyllum (Iran)
    • Cicer tragacanthoides (Iran, Asia centrale)

Usi[modifica | modifica sorgente]

Il genere Cicer è coltivato sin dall'antichità per l'alimentazione umana.

La specie che ha avuto maggior diffusione in coltura è Cicer arietinum, ma sono state coltivate e vengono coltivate ancor oggi, localmente, anche altre specie, per esempio Cicer microphyllum [2] e Cicer incisum [3].

Areale naturale del genere Cicer derivato da van der Maesen (2007)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

I collegamenti specifici per Cicer arietinum vanno cercati sotto la voce apposita.

I collegamenti relativi al genere sono poco numerosi. Tra gli altri:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]