Christian Nodal

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Christian Nodal
Christian Nodal invitación.jpg
Nodal nel 2018
NazionalitàMessico Messico
GenereMusica regionale messicana[1]
Periodo di attività musicale2017 – in attività
EtichettaFonovisa, Universal México
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Christian Jesús González Nodal, noto semplicemente come Christian Nodal (Sonora, 11 gennaio 1999), è un cantante messicano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Caborca, nello stato di Sonora,[2] ha conquistato il grande pubblico con il singolo di debutto Adiós amor, che ha raggiunto la top ten della classifica messicana redatta dalla Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas e che gli ha valso un contratto con la divisione messicana della Universal Music Group.[3][4] Il brano, certificato diamante e oro dalla AMPROFON con oltre 330 000 unità distribuite in suolo messicano,[5] è incluso nel primo album in studio Me dejé llevar, che si è posto al 7º posto della graduatoria messicana e al 69º di quella statunitense,[6][7] venendo certificato doppio platino e oro in Messico e triplo platino latino dalla Recording Industry Association of America.[5][8] Anche l'album successivo Ahora ha riscosso successo a livello nazionale, trascorrendo 29 settimane in classifica e conseguendo la certificazione d'oro.[9] Ha ottenuto la sua prima numero uno nella hit parade costaricana e messicana grazie a Botella tras botella, uscita nel 2021 e premiata con un Premio Lo Nuestro.[10][11][12] Ad agosto 2021 ha ricevuto la sua seconda certificazione di diamante dalla Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas per Dime cómo quieres e la terza nel mese di ottobre per Botella tras botella.[5]

Nel corso della sua carriera ha vinto diversi riconoscimenti, tra cui quattro Latin Grammy,[13][14][15] un MTV Millennial Award,[16] un Premio Juventud[17] e undici Latin American Music Award.[18][19][20][21][22]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 – Me dejé llevar
  • 2019 – Ahora
  • 2021 – Ayayay!

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 – Adiós amor
  • 2017 – Probablemente (feat. David Bisbal)
  • 2017 – Te fallé
  • 2017 – Probablemente
  • 2017 – Yo no sé mañana
  • 2019 – Pa' olvidarme de ella (con i Piso 21)
  • 2020 – Se me olvidó
  • 2020 – Aquí abajo
  • 2020 – Poco (con i Reik)
  • 2021 – Solo un sueño
  • 2021 – Duele (con Alejandro Fernández)
  • 2021 – 2 veces (con i Plebes del Rancho de Ariel Camacho)
  • 2021 – Por no perderte te perdí (con i Plebes del Rancho de Ariel Camacho)
  • 2021 – Vida truncada (con i Plebes del Rancho de Ariel Camacho)
  • 2021 – Botella tras botella (con Gera MX)
  • 2021 – Ya lo superé (con i Plebes del Rancho de Ariel Camacho)
  • 2021 – Amarga derrota (con i Plebes del Rancho de Ariel Camacho)
  • 2021 – Si nos dejan (con Belinda)
  • 2021 – La sinvergüenza (con Banda MS)
  • 2022 – Ya no somos ni seremos
  • 2022 – Te lloré un río (con i Maná)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Thom Jurek, Christian Nodal, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 20 aprile 2021.
    «Mexican regional singer and songwriter»
  2. ^ (ES) Christian Nodal cumple 22 años y Belinda lo celebra a lo grande, su El Heraldo de México, 11 gennaio 2021. URL consultato il 24 aprile 2021.
  3. ^ (ES) Top 20 Streaming (del 24 de Marzo al 30 de Marzo), su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 24 aprile 2021 (archiviato dall'url originale l'11 aprile 2017).
  4. ^ (ES) Claudia Peralta, "Christian Nodal forja una carrera a su manera", su noroeste.com.mx, 10 novembre 2017. URL consultato il 24 aprile 2021.
  5. ^ a b c (ES) Certificaciones, su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 9 ottobre 2021. Digitare "Christian Nodal" in "Artista".
  6. ^ (ES) Top Album - Semanal (del 25 de Agosto al 31 de Agosto), su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 24 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2017).
  7. ^ (EN) Christian Nodal - Chart history (Billboard 200), su Billboard. URL consultato il 24 aprile 2021.
  8. ^ (EN) Christian Nodal – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 24 aprile 2021.
  9. ^ (ES) Los Mas Vendidos: 2019, su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 24 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2020).
  10. ^ (ES) Streaming - Costa Rica - SM # 18, su Fonotica. URL consultato il 13 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2021).
  11. ^ (ES) Top streaming semanal - Contempla únicamente audio streams del 23 al 29 de Abril 2021, su Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato l'8 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2021).
  12. ^ (ES) Tommy Calle, Lo mejor de Premio Lo Nuestro, el discurso de Farruko que no se olvidó de la realidad que vivimos, su Los Angeles Times, 24 febbraio 2022. URL consultato il 25 febbraio 2022.
  13. ^ (EN) Leila Cobo, Latin Grammys 2018 Winners List, su Billboard, 15 novembre 2018. URL consultato il 24 aprile 2021.
  14. ^ (EN) Leila Cobo, Latin Grammys 2019 Winners: Complete List, su Billboard, 14 novembre 2019. URL consultato il 24 aprile 2021.
  15. ^ (EN) Leila Cobo, Griselda Flores, Camilo Is Top Winner, Cuban Anthem 'Patria y Vida' Wins Song of the Year at 2021 Latin Grammys: Winners List, su Billboard, 18 novembre 2020. URL consultato il 21 novembre 2021.
  16. ^ (ES) Sofía Domínguez, MTV MIAW 2021: TODOS los ganadores de la noche, su Glamour México, 13 luglio 2021. URL consultato il 14 luglio 2021.
  17. ^ (EN) Griselda Flores, 2021 Premios Juventud Winners: Complete List, su Billboard, 22 luglio 2021. URL consultato il 25 luglio 2021.
  18. ^ (EN) Marjua Estevez, Prince Royce & CNCO Are Top Winners at 2017 Latin American Music Awards, su Billboard, 26 ottobre 2017. URL consultato il 24 aprile 2021.
  19. ^ (EN) Suzette Fernandez, Latin American Music Awards 2018 Winners List: CNCO & Ozuna Win Big, su Billboard, 25 ottobre 2018. URL consultato il 24 aprile 2021.
  20. ^ (EN) Jessica Roiz, Anuel AA Leads 2019 Latin American Music Awards: Complete Winners List, su Billboard, 17 ottobre 2019. URL consultato il 24 aprile 2021.
  21. ^ (EN) Griselda Flores, 2021 Latin AMAs Winners: Complete List, su Billboard, 15 aprile 2021. URL consultato il 24 aprile 2021.
  22. ^ (EN) Leila Cobo, Karol G Is Big Winner at Latin AMAs With 6 Awards, Followed by Bad Bunny: Full Winners List, su Billboard, 21 aprile 2022. URL consultato il 22 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28150030626110960515 · ISNI (EN0000 0004 7568 0899 · LCCN (ENno2017090360 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017090360