Alejandro Fernández

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alejandro Fernández
Alejandro Fernández durante un concerto
Alejandro Fernández durante un concerto
Nazionalità Messico Messico
Genere Bolero latino americano
Ballata
Pop latino
Periodo di attività 1991 – in attività

Alejandro Fernández (Guadalajara, 24 aprile 1971) è un cantante e musicista messicano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Alejandro nacque a Guadalajara, Jalisco (Messico) il 24 aprile 1971, ultimo di tre figli avuti dal padre cantante Vicente Fernández, considerato un pilastro della musica mariachi in Messico.

Esordì sul palcoscenico già da bambino in compagnia del padre, cantando Alejandra.

Durante l'adolescenza si prese cura del ranch di famiglia, Los Tres Potrillos (letteralmente I tre puledrini), così chiamato in onore dei figli dal padre.

Una volta arrivato alla maggiore età, si fidanzò con América Guitan, restaurò il ranch di famiglia e intraprese la carriera universitaria seguendo i corsi di architettura.

Nel 1990 fermò gli studi per incidere il suo primo album (pubblicato nel 1991), intitolato Alejandro Fernandez. Il tema centrale delle canzoni era sul ranch di famiglia, ma nonostante la banalità divenne un successo, in breve tempo gli venne affibbiato il nome di El potrillo de México (letteralmente Il puledrino del Messico).

Per onorare la carriera e la figura del padre, Vicente Fernández, Alejandro incise un singolo di medio rendimento, El Potrillo se va.

I dischi pubblicati in seguito, Piel de niña e Grandes Exitos A La Manera De Alejandro Fernandez, lo lanciarono ufficialmente nel mondo della musica. Con l'album Grandes Exitos si distacca dal genere del mariachi sviluppando un tono ravvicinato col pop latino.

Nel 1995, uscì un album importante: Que seas muy feliz, il primo singolo estratto fu Como quien pierde una estrella, il quale mostrò un ritmo pop rivolto al pubblico giovanile. Questo fu anche uno dei pochi singoli che sbarcarono negli USA, oltreché che nella sola America Latina.

Nel 1996 incise un altro album, Muy dentro de mi corazón, il quale gli conferì un doppio disco di platino in Messico a poca distanza dall'uscita. Produsse anche una canzone che, sarebbe poi stata utilizzata alle XXVI Olimpiade, tenutasi ad Atlanta, Georgia (USA).

Nel 1997, incise un nuovo disco, Me estoy enamorando, dedicato alle figlie e alla moglie. Il disco sembrò averlo lanciato nel mondo del pop latino. Nello stesso anno, sua moglie América, già madre del primogenitro Alejandro, partorì due gemelle, América e Camila.

Nelle classifiche annuali di Billboard, vennero nominate tra le migliori canzoni uscite Si tu supieras e En el jardín, quest'ultima cantata assieme a Gloria Estefan.

Nel 1998, incise un nuovo album Mi verdad, col quale ritornò sul filone mariachi, mentre nel 1999, con Christmas in Vienna VI cantò sia in lingua spagnola che in inglese alcune tradizioni opere di Natale, al disco presero parte anche Plácido Domingo e Patricia Kaas.

Nel 1999, giunse il divorzio annunciato con América, ciò nonostante, riavvivò la vita di coppia dopo aver conosciuta Ximena Díaz, conosciuta in un palenque colombiano. Dopo l'arresto del fratello, Vicente Fernández, la sua famiglia fu costretta a trasferirsi negli USA, dove ricostruirono una vita a San Antonio (Texas). Il trasloco durò poco e la coppia si trasferì su volere della famiglia Fernández nuovamente in Messico. La coppia si trasferì a Guadalajara, a pochi kilometri dal luogo natio del cantante, in questo arco temporale, Ximena rimase incinta, il figlio verrà chiamato Emiliano.

Nel 2000 uscì l'ottavo disco di Alejandro, Entre tus brazos, nuovamente centralizzato sul genere pop. Il disco seguente, Orígenes, superò i limiti mai raggiunti prima, ottenendo due dischi di platino negli USA, uno in Messico, un disco d'oro in Ecuador e un altro in Venezuela.

Nel 2001, aprì un tour assieme a suo padre Vicente, da cui ne venne tratto un doppio CD, Por última vez juntos.

Nel 2002, Ximena gli dà la quintogenita, Valentina, dopo la nascita si parlò di una possibile vasectomia, ma il cantante non volle mai parlarne.

Nel 2004, Alejandro partecipò al film messicano El sueño del héroe, di cui ne produsse la colonna sonora. Il film fu un insuccesso, ma per lo meno dimostrò la versatilità del cantante in ogni mestiere.

Il successo spagnolo venne accompagnato grazie al singolo Me dediqué a perderte, col quale fece debuttare l'album in studio A corazón abierto.

Il 22 giugno 2005, Alejandro tenne un concerto a Madrid (Spagna), con in quale guadagnò ancor più successo, venne prodotto anche un DVD, ritraente le ore del concerto.

Nello stesso anno, terminò la relazione con Ximena, a Madrid, portò la giovane Ayari, successivamente dichiarata come fidanzata.

Il 2005, fu l'anno consacrante per la carriera, oltre ad ottenere i primi successi in Europa, precisamente in Spagna, dove tenne un concerto a Monterrey con accanto Placido Domingo e José Carreras. Aprì anche una tournée negli Stati Uniti in compagnia di Chayanne e Marc Anthony, questa fu una delle più seguite dell'anno e venne soprannominata la "Tournée dei Tre Latinos". Il successo in Spagna non si chiuse celermente come aspettato e la rivista People en español lo aggiunse nella lista dei 50 uomini più belli del mondo.[senza fonte]

Nel 2007 esce l´album "Viento a favor" che include un feet insieme a Beyoncé "Amor Gitano". Con questo lavoro, comincia nel 2008 un tour internazionale in Spagna, tutta l'America Latina e gli Stati Uniti, che si concluderà a Città del Messico. Ancora non è finito il 2008 ma il suo nuovo lavoro "De noche: Clásicos a mi manera" è già uscito. Sedici "boleros" classici di oggi e sempre, bellissime "balladas" che tutti abbiamo sentito qualche volta. Alessandro Fernandez è stato l'artista latino che più biglietti è venduto, secondo le liste dei Top 100 Worldwide Tours da gennaio a settembre 2008, della rivista Pollstar, (sulla base dei biglietti venduti). Oltre che essere stato denominato "il Tour dell`anno" per la rivista People in spagnolo Alessandro è stato anche recentemente nominato al Premio "Lo Nuestro", come l'artista maschile dell'anno.

Successi di Alejandro Fernández[modifica | modifica sorgente]

  • 2 Grammi Latini: 2002 e 2004
  • Billboard Latini 2004
  • Stella al Hollywood-Boulevard
  • Premio "Lo Nuestro" 1998 e 2004
  • Premio "Oye" 2002 e 2003
  • Premio "Lunas del Auditorio" 2002 e 2007
  • Premio "Dial" (Spagna) 2005 e 2008
  • 2004: Giorno Nazionale di Alejandro Fernández negli U.S.-15 settembre.
  • 2004 Las Vegas-Chiave della città.
  • 2005 Porto Vallarta- Chiave della città e Ambasciattore di Porto Vallarta nel mondo.
  • 2005 "Orquídea di Diamante" (Venezuela)
  • 2007 Premio "Furia Musical"
  • 2007: Premio Jutentud
  • 2008: "Primo Ambasciatore Turistico di Jalisco"
  • Riconoscenza di "La Voce del Messico"

Duetti[modifica | modifica sorgente]

Fonti: Web ufficiale Alejandro Fernández.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7013687 LCCN: no98100228