Chiesa di Sant'Antonio Abate (Toceno)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Antonio Abate
Chiesa Parrocchiale di Sant’Antonio Abate - Toceno (VCO) Piedmont, Italy - 2018-08-31.jpg
StatoItalia Italia
RegionePiemonte
LocalitàToceno
Indirizzopiazza della Chiesa[1]
Coordinate46°08′35.3″N 8°28′06.6″E / 46.14314°N 8.4685°E46.14314; 8.4685
Religionecattolica di rito romano
TitolareSant'Antonio Abate
Diocesi Novara
Consacrazione1824

La chiesa di Sant'Antonio Abate è la parrocchiale di Toceno, in provincia del Verbano-Cusio-Ossola e diocesi di Novara[2]; fa parte dell'unità pastorale della Val Vigezzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima parrocchie di Toceno fu il cinquecentesco oratorio di Sant'Antonio di Padova, che all'origine era filiale della matrice di Santa Maria Assunta[3]; il vescovo Carlo Bascapè, durante la sua visita pastorale, ordinò di costruire una chiesa più capiente[4].

Cosi, nel XVII secolo venne edificata la nuova parrocchiale; la struttura, ampliata tra il Settecento e il 1806, fu consacrata nel 1824 dal vescovo di Novara Giuseppe Morozzo Della Rocca[4].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterno[modifica | modifica wikitesto]

La facciata a capanna della chiesa, rivolta a nordovest e anticipata dal pronao caratterizzato da archi a tutto sesto sorretti da colonne e pilastri, presenta al centro il portale d'ingresso e, sopra, il rosone e un oculo.

Annesso alla parrocchiale è il campanile a base quadrata, costruito nel 1607[3]; la cella presenta su ogni lato una monofora.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

L'interno dell'edificio, che si compone di un'unica navata in stile neoclassico, è scandita da lesene e presenta delle cappelle laterali introdotte da archi a tutto sesto; al termine dell'aula si sviluppa il presbiterio, rialzato di alcuni gradini e chiuso dall'abside.

Qui sono conservate diverse opere di pregio, tra le quali gli affreschi del presbiterio raffiguranti la Nascita di Gesù e l'Adorazione dei Magi, eseguiti da Lorenzo Peretti[3], dello stesso autore l'ancona con le Tentazioni di Sant'Antonio[4], l'altare maggiore, costituto nel XVIII secolo[5], una croce risalente al 1749, collocata su un altare laterale[4], e l'affresco della cupola con soggetto la Gloria di Sant'Antonio, dipinto da Carlo Maria Gasparoli tra il 1840 e il 1841[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chiesa Parrocchiale di Sant'Antonio Abate, su comune.toceno.vb.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  2. ^ Chiesa di Sant'Antonio Abate, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  3. ^ a b c CHIESA PARROCCHIALE DI SANT’ANTONIO ABATE – TOCENO, su visitossola.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  4. ^ a b c d e Chiesa di Sant'Antonio Abate (Toceno), su circuitodeisanti.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  5. ^ BORGO DI TOCENO, su illagomaggiore.it. URL consultato il 27 ottobre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]