Chiesa di San Biagio (Cavriana)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di San Biagio
Cavriana piazza Castello.jpg
La piazza e la chiesa
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàCavriana
Religionecattolica di rito romano
Titolaresan Biagio
Diocesi Mantova
ArchitettoGiovanni Maria Borsotti
Inizio costruzione1716
Completamento1719

Coordinate: 45°21′05.08″N 10°36′04.41″E / 45.351412°N 10.601224°E45.351412; 10.601224

La chiesa di San Biagio è la parrocchiale di Cavriana, in provincia e diocesi di Mantova.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La primitiva parrocchiale di Cavriana era la pieve di Santa Maria, menzionata per la prima volta nel 1037[1]; nel XVI secolo la parrocchialità fu trasferita presso la chiesa di Santa Maria Nuova nel borgo[1], che era stata edificata nel Quattrocento[2].
Dalla relazione della visita pastorale del 1544 del vescovo Ercole Gonzaga s'apprende che la parrocchiale di Sancta Maria de Capriana aveva come filiali l'antica pieve e l'oratorio di San Rocco[1].
Nelle Constitutiones synodales del 1610 si legge che la chiesa era a capo di un vicariato che comprendeva, oltre alla parrocchia cavrianese, quelle di Santa Maria Maddalena di Volta, di San Nicolò di Cereda e di Sant'Antonio di Castelgrimaldo[3].
All'inizio del XVIII secolo la chiesa quattrocentesca si rivelò insufficiente a soddisfare le esigenze della popolazione e si decise, pertanto, di rifarla con dimensioni maggiori[2]; l'attuale parrocchiale venne costruita su progetto di Giovanni Maria Borsotti tra il 1716 ed il 1719[2].
In un documento del 1793 la chiesa è menzionata con il titolo di Santa Maria Nova e San Biagio, mentre solo San Biagio è attestato a partire dal 1843[1].
All'inizio del XIX secolo il vicariato di Cavriana venne soppresso e diviso tra quelli di Volta e di Castiglione delle Stiviere[3]: in quest'ultimo confluì la parrocchia di Cavriana[1].
Nel 1967, con la riforma territoriale della diocesi e la conseguente abolizione del vicariato di Castiglione, la chiesa entrò a far parte del neo-costituito vicariato foraneo San Luigi[1].
La facciata dell'edificio fu restaurata tra il 2001 ed il 2002[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La facciata è divisa in due registri, entrambi caratterizzati da sei lesene[2]; l'ordine inferiore presenta il portale, affiancato da due colonne, e due nicchie con statue di santi, quello superiore un finestrone centrale e due nicchie laterali, anch'esse ospitanti delle statue[2]. Al termine della facciata si trova, in alto, il timpano di forma curvilinea[2].
L'interno è a navata unica con tre cappelle laterali per lato[2]; l'aula termina con il presbiterio rialzato di due gradini, che è a sua volta chiuso dell'abside semicircolare[2]. Opere di pregio qui conservate sono la pala raffigurante la Vergine tra i Santi Sebastiano e Rocco, eseguita da Zenone da Verona, e una tale con soggetto l'Ultima Cena, opera di Domenico Brusasorzi[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Parrocchia di San Biagio vescovo e martire, su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 5 marzo 2020.
  2. ^ a b c d e f g h i Chiesa di San Biagio Vescovo e Martire <Cavriana>, su chieseitaliane.chiesacattolica.it. URL consultato il 5 marzo 2020.
  3. ^ a b Vicariato foraneo di Capriana, su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 5 marzo 2020.
  4. ^ Cavriana - San Biagio, su diocesidimantova.it. URL consultato il 5 marzo 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]