Chiesa della Trinità (Antartide)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa della Trinità
Trinity Church, Antarctica 1457.JPG
Vista della chiesa della Trinità
StatoAntartide Antartide
TerritorioIsola di re Giorgio
LocalitàStazione Bellingshausen
Religionecristiana ortodossa russa
Consacrazione2004
Inizio costruzione2001
Completamento2003

Coordinate: 62°11′46.93″S 58°57′35.17″W / 62.196369°S 58.959769°W-62.196369; -58.959769

La chiesa della Trinità (in russo: Церковь Святой Троицы?) è una piccola chiesa ortodossa russa situata sull'Isola di re Giorgio nei pressi della stazione russa Bellingshausen in Antartide. È la chiesa ortodossa più meridionale del mondo.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Posizione dell'Isola di re Giorgio
Isola di re Giorgio

L'ambizioso progetto di erigere una chiesa permanente o un monastero sulla superficie antartica nacque negli anni novanta. Un'opera pia chiamata "Temple for Antarctica" (Храм - Антарктиде) fu approvata dal patriarca Alessio II e ricevette donazioni da tutta la Russia. Fu organizzato un appalto per il progetto che fu vinto dagli architetti di Barnaul P.I. Anisifirov, S.G. Rybak e A.B. Schmidt.

La chiesa ha una struttura in legno alta 15 metri in stile tradizionale russo. Può ospitare fino a 30 fedeli. La struttura fu costruita con legno di pino siberiano dai carpentieri dell'Altaj guidati da K.V. Khromov, smantellata, trasportata via camion fino a Kaliningrad e spedita sull'Isola di Re Giorgio sulla nave russa Academician Vavilov. Fu riassemblata sulla costa dal personale della base di Bellingshausen, sotto la supervisione generale del trentenne padre Kallistrat (Romanenko), che ne divenne il primo sacerdote. Kallistrat, ieromonaco del monastero della Trinità di San Sergio, aveva in precedenza servito presso lo skita di Lavra sull'isola di Anzer nell'arcipelago subartico delle isole Soloveckie.[3]

L'iconostasi della chiesa fu creata dai pittori di Palech. Le campane furono commissionate dai discendenti di Sergej Ivanovič Murav'ëv-Apostol.

La chiesa fu consacrata il 15 febbraio 2004 dal teognosta (in russo: Феогност?) vescovo di Sergiev Posad e dal Namestnik (abate) del monastero della Trinità di San Sergio, il quale in questa occasione visitò l'Antartide con numerosi altri chierici, pellegrini e sponsor.[4][5]

La chiesa viene gestita nel corso dell'anno da uno o due sacerdoti ortodossi, ieromonaci del monastero della Trinità di San Sergio offertisi volontari per il servizio in Antartide. Come il personale di molte basi simili, i sacerdoti vengono ruotati annualmente dal monastero. Molti di loro, tra cui padre Kallistrat, hanno scelto di tornare sull'isola di Re Giorgio dopo uno o due anni sulla terraferma.[6]

Tra i compiti dei monaci c'è la preghiera per le anime dei 64 russi morti nelle spedizioni antartiche e l'aiuto spirituale al personale della stazione di Bellingshausen e di altre stazioni vicine. La chiesa viene spesso visitata dai ricercatori polari russi e dai vicini colleghi cileni, polacchi, coreani e dai turisti. Per venire incontro ai visitatori latino americani, alcune funzioni vengono tenute in spagnolo.[6]

Saltuariamente il sacerdote battezza i neo convertiti al Cristianesimo nei mari antartici.[7] Il 29 gennaio 2007 il sacerdote della chiesa celebrò quello che probabilmente fu il primo matrimonio religioso in Antartide. Il marito, Eduardo Aliaga Ilabaca, faceva parte del personale della base cilena, e si era convertito alla Chiesa ortodossa poco dopo l'apertura della chiesa della Trinità. La moglie, Angelina Zhuldybina, è russa.[8][9]

Quando non sono occupati nella gestione della chiesa, i sacerdoti danno una mano nel normale lavoro della stazione di Bellingshausen.[6]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ World Wide Antarctic Program. A Catholic Church in Antarctica ... a Challenge from WAP Archiviato il 22 luglio 2011 in Internet Archive., 29 gennaio 2006. Acceduto il 15 aprile 2006.
  2. ^ La cappella dedicata a san Giovanni di Rila nella base bulgara di San Clemente di Ocrida è una cappella posta ancora più a sud mentre la Cappella delle Nevi statunitense della stazione McMurdo è l'edificio religioso più meridionale al mondo. La cappella non viene qui considerata come un tipo di chiesa.
  3. ^ (RU) Анна ПАЛЬЧЕВА (Anna Palcheva), Настоятель Антарктиды (Antarctica's parish priest), №4(11), 4 febbraio 2005. (Intervista con padre Kallistrat)
  4. ^ p.8 Archiviato il 3 maggio 2009 in Internet Archive.
  5. ^ p.10 Archiviato il 3 maggio 2009 in Internet Archive.
  6. ^ a b c (RU) Владимир Петраков: "Антарктика – это особая атмосфера, где живут очень интересные люди" (Vladimir Petrakov: "Antarctic is a special world, full of very interesting people", su pravoslavye.org.ua. (Intervista con padre Vladimir Petrakov, sacerdote che ha passato due anni nella stazione polare
  7. ^ (RU) Патриаршее подворье в Антарктиде (Patriarch's mission in the Antarctic), p. 13, rian.ru, 29 marzo 2007 (archiviato dall'url originale il 3 maggio 2009).
  8. ^ (RU) Первое в Антарктике венчание прошло на российской станции (First ever Antarctic church wedding took place at a Russian station), su pravoslavie.ru, 1º febbraio 2007.
  9. ^ (RU) Александра Никифорова (Alexandra Nikiforova), Повесть о холодном рае. Ч.1 (The Tale of a Cold Paradise. Part 1), 22 dicembre 2008. (Intervista con padre Gavriil (Bogachihin), che servì nella chiesa della Trinità nel 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]