Kiara Fontanesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chiara Fontanesi)
Jump to navigation Jump to search
Kiara Fontanesi
Nazionalità Italia Italia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Specialità Motocross
Categoria WMX
Società Fiamme Oro
Squadra Italia Yamaha Monster Energy Team
Carriera
Carriera nel Motocross
Esordio 2009
Scuderie Yamaha
Mondiali vinti 6
GP disputati 33
GP vinti 12
Podi 25
aggiornato al 18 settembre 2017
Palmarès
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2012
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2013
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2014
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2015
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2017
Oro MX1.jpg WMX - Campionato Mondiale di Motocross (Donne) 2018
Oro Crystal Clear app ktron.png WMXoEN - Motocross delle Nazioni Europee 2014
Oro Crystal Clear app ktron.png WMXoEN - Motocross delle Nazioni Europee 2015
Oro Crystal Clear app ktron.png CIMXFemminile - Campionato Italiano Motocross Femminile 2014
Oro Crystal Clear app ktron.png CIMXFemminile - Campionato Italiano Motocross Femminile 2015
 

Kiara Fontanesi, nata Chiara[1] (Parma, 10 marzo 1994[2]), è una pilota motociclistica italiana.

Ha conquistato il titolo mondiale femminile di motocross nel 2012[3], 2013[4], 2014[5], 2015[6] , 2017 e 2018. È la prima donna a vincere il Campionato mondiale per quattro volte di fila[6]. Dal 2016 fa parte del Gruppo Sportivo Fiamme Oro[7].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007, negli Stati Uniti, conquista il Loretta Lynn's Vault.[8][9]

Nel 2008 vince la Coppa Italia Motocross nella categoria femminile.[10]

Nel 2009 debutta nel Campionato mondiale femminile di motocross.[3] A soli 15 anni, conquista un secondo posto in una gara del mondiale[11] e giunge al 9º posto nella classifica finale.[11]

Nel 2010 conquista nuovamente il campionato italiano, vincendo tutte le gare, e arriva al 4º posto nel mondiale.

Nel 2011 vince il suo terzo titolo italiano e arriva seconda nel mondiale. Conquista inoltre l'SX Féminin de Genève.[12]

Nel 2012 diventa la prima italiana a conquistare il titolo mondiale femminile[3], vincendo 5 gran premi e 10 manche.[13] Nello stesso anno si aggiudica il quarto titolo nazionale.[14] Sempre nel 2012 partecipa all'ultimo gran premio del Campionato AMA di motocross nella classe femminile, vincendo entrambe le manche.[15]

L'8 settembre 2013, con 4 vittorie su 5 gran premi disputati, conquista per la seconda volta il titolo mondiale femminile.[4] Il 7 dicembre 2013 ottiene la vittoria nella classe femminile al Supercross di Ginevra.[16][17]

Nel 2014 conquista il terzo titolo mondiale[5]. A fine anno debutta su pista, prendendo parte al Trofeo Motodiserie nella categoria 600[18]. Il 24 agosto a Pacov, in Repubblica Ceca, disputa e vince in squadra con Francesca Nocera, la medaglia d'oro nella competizione femminile del Motocross delle Nazioni Europee.

Nel 2015 si riconferma per la quarta volta campionessa del mondo, diventando la prima donna a raggiungere il record di quattro vittorie consecutive del mondiale di motocross[6]. L'11 ottobre, a Pietramurata di Dro (TN), vince per la seconda volta consecutiva, sempre in squadra con Francesca Nocera, la medaglia d'oro nel WMXoEN.

Nel 2016 arriva quarta nella classifica finale del mondiale, vincendo il Gran Premio d'Italia[2][19]. Nel 2016 vince per la quarta volta il titolo italiano, con 8 vittorie su 8 gare disputate[2]

Nel 2017 vince il quinto titolo mondiale all'ultima gara con solo 1 punto di vantaggio su Livia Lancelot e 2 punti su Courtney Duncan e Nancy Van De Ven.

Il 30 settembre 2018, nella gara svolta ad Imola, diventa per la sesta volta campionessa mondiale con 8 punti di vantaggio in classifica sull'avversaria olandese Nancy Van De Ven.[20]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2013 è protagonista di un reality show, dal titolo Miss Cross, assieme all'aspirante showgirl Eleonora Rossi. Nel corso del reality l'una proverà a vivere la vita dell'altra e viceversa. La prima puntata è andata in onda su Automoto TV il 15 febbraio 2013.[21][22]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

È stata nominata Atleta dall'anno 2012, riconoscimento indetto dalla Gazzetta di Parma assieme all'Unione Nazionale Veterani dello Sport e assegnato da una giuria composta da 100 persone.[23]

Ha ricevuto nel 2013 e 2014 il riconoscimento Caschi d'Oro indetto dalla rivista Motosprint - Corriere dello Sport.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'Oro al Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'Oro al Merito Sportivo
«Campionessa Mondiale 2015 Motocross[24]»
— Roma, 19 dicembre 2014[25]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 19 dicembre 2016[26]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 19 dicembre 2017[27]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— 2018[28]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 cambia legalmente il suo nome in "Kiara".[1] Dall'estate 2015 ha una relazione con il pilota motociclistico spagnolo Maverick Viñales.[29] A fine gennaio 2017 annuncia la fine della relazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Documento che attesta il cambio di nome, su fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net. URL consultato il 17 settembre 2014 (archiviato il 17 settembre 2014).
  2. ^ a b c Biografia sul sito ufficiale, su kiarafontanesi8.com. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  3. ^ a b c Chiara Fontanesi mondiale di motocross, in La Repubblica, 18 agosto 2012. URL consultato il 21 agosto 2012.
  4. ^ a b Kiara Fontanesi campionessa del mondo, in La Repubblica, 8 settembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2013.
  5. ^ a b Chiara Fontanesi si aggiudica il terzo mondiale motocross [collegamento interrotto], su ilmattinodiparma.it. URL consultato il 28 luglio 2014.
  6. ^ a b c Cross, Kiara Fontanesi: il poker (rosa) è servito, su corrieredellosport.it. URL consultato il 30 luglio 2015.
  7. ^ La poliziotta Kiara Fontanesi pronta per il GP di Francia, su motocross.it. URL consultato il 3 ottobre 2018.
  8. ^ (EN) Loretta Lynn's Vaul, su llvault.racerxonline.com. URL consultato l'11 marzo 2013.
  9. ^ (EN) Hall of Fame, su mxsports.com. URL consultato l'11 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2013).
  10. ^ Classifica Campionato Italiano Assoluta (PDF), su ficr.it. URL consultato il 20 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  11. ^ a b (EN) Chiara Fontanesi finishes 2nd Overall at Lierop WMX, su twostrokemotocross.com. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2012).
  12. ^ (FR) Fontanesi «Queen of Genova», su mxgirl.fr. URL consultato l'11 marzo 2013.
  13. ^ (EN) Fédération Internationale de Motocyclisme, su fim-live.com. URL consultato l'11 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2013).
  14. ^ Kiara Fontanesi vince ancora: è campionessa italiana motocross, su sportparma.com. URL consultato il 27 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) 2012 Women’s AMA National Motocross – Lake Elsinore – Round 8, su supercross.com. URL consultato il 27 ottobre 2012.
  16. ^ Kiara conquista Ginevra, Motosprint, 9 dicembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2014).
  17. ^ Supercross Ginevra 2013: Buona la prima per Musquin e Fontanesi, su motocrossonline.it, 7 dicembre 2013. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  18. ^ Trofeo Motodiserie 2014, Kiara Fontanesi in pista domenica con Yamaha R6, su insella.it, 9 ottobre 2014. URL consultato il 30 luglio 2015.
  19. ^ Motocross Femminile: Kiara Fontanesi vince il 4º titolo Italiano, su corsedimoto.com, 12 settembre 2016. URL consultato il 23 agosto 2017.
  20. ^ Kiara Fontanesi immensa. 6° Mondiale WMX, su sport.sky.it. URL consultato il 2 ottobre 2018.
  21. ^ Scheda di Miss Cross su automototv.it, su automototv.it. URL consultato il 10 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2013).
  22. ^ Chiara Fontanesi Miss Cross, su motosprint.it. URL consultato il 10 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2013).
  23. ^ Marco Bernardini, La Fontanesi a tutto gas: è lei l'Atleta dell'anno, in Gazzetta di Parma, 31 dicembre 2012. URL consultato il 10 marzo 2013.
  24. ^ Assente nella scorsa cerimonia
  25. ^ Premiazione CONI
  26. ^ Collari d'oro 2016, su coni.it. URL consultato il 25 dicembre 2018.
  27. ^ Collari d'oro 2017, su coni.it. URL consultato il 22 dicembre 2018.
  28. ^ Collari d'oro 2018, su coni.it. URL consultato il 21 dicembre 2018.
  29. ^ La Fontanesi si di..Kiara: "Amo Maverick Vinales", su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 10 aprile 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]