Centrale solare di Ouarzazate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 30°59′40″N 6°51′48″W / 30.994444°N 6.863333°W30.994444; -6.863333

La centrale solare termodinamica di Ouarzazate (chiamata anche Noor 1 CSP) è un impianto per la produzione di energia elettrica ubicato nella regione di Drâa-Tafilalet, in Marocco, in un'area a circa 10 km dalla città di Ouarzazate nella zona rurale di Ghessat.

Il processo di trasformazione della centrale sfrutta la tecnologia del solare termodinamico.

Noor Solar Project[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta della prima fase di un progetto più ampio, il Noor Solar Project[1].

Il progetto è stato sviluppato con l'aiuto del consorzio spagnolo TSK-Acciona-Sener, ed è il primo di una serie di molti interventi presso il Noor 1 Solar Complex dall'Agenzia marocchina per l'energia solare.

La centrale Noor 1 CSP è progettata per produrre da 125 a 160 MWp[2]. Copre un'area di 2500 ettari, mentre l'intero progetto Noor Solar Project è pianificato per una produzione di 580 MWp. La centrale sarà in grado di immagazzinare l'energia termica, ottenuta dal sole, nella forma di sali fusi ad alta temperatura, il che permetterà di produrre elettricità anche in ore notturne. Noor 1 possiede una capacità di immagazzinamento a pieno carico di 3 ore. Le centrali Noor 2 e Noor 3 plants potranno conservare l'energia fino a 8 ore[1].

A dicembre 2015, l'entrata di Noor 1 in una fase di operatività commerciale è prevista a giugno 2017[3].

La centrale sarebbe la più grande di questo tipo e l'intero progetto Noor Solar coprirebbe il 50% del fabbisogno di energia elettrica del Marocco[4].

In concomitanza, si sta studiando anche una linea elettrica che arrivi fino a La Mecca in Arabia Saudita. L'Unione europea ha firmato un primo accordo del valore di 345 milioni di euro per il completamento della prima centrale. Altri 650 milioni sono stati dati dal governo tedesco. Oltre al sostegno europeo, il progetto è finanziato anche della Banca Mondiale e delle Nazioni Unite[4].

Si stima che questo progetto produrrà energia che sarà in grado di soddisfare il fabbisogno di circa un milione di abitazioni. Noor Solar Project è situato nella città di Ouarzazate (detta "porta del deserto"), una delle città più povere del Marocco, e per la quale questo progetto rappresenta la speranza per risollevarsi e avere un rilancio della propria economia con la creazione di una grande quantità di posti lavoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Arthur Neslen, Morocco poised to become a solar superpower with launch of desert mega-project, in The Guardian, 26 ottobre 2015. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  2. ^ Morocco: Works on World’s Largest Solar Plant Financed by AfDB Go Underway, su Banca africana di sviluppo. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  3. ^ (EN) Project > MA-Ouarzazate Concentrated Solar Power > Results, su Banca Mondiale. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  4. ^ a b Sul set del Gladiatore la più grande centrale solare del mondo, in repubblica.it, 14 novembre 2015. URL consultato il 15 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]