Regioni del Marocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le Regioni del Marocco rappresentano il livello più alto della suddivisione amministrativa del regno.

Dopo la legge del 1997 di decentralizzazione e regionalizzazione, il territorio era organizzato in 16 regioni. Dal 2010 il Marocco ha avviato un nuovo programma (regionalizzazione avanzata), volto a dare una maggiore autonomia per le regioni (in particolare quelle del Sahara Occidentale), ulteriormente lavorata a seguito della riforma costituzionale del 2011 (approvato da un referendum). La nuova suddivisione è andato in vigore dal 2015, suddivisa in 12 regioni.[1]

Suddivisione amministrativa del Marocco.

Ogni regione è poi suddivisa in prefetture e province per un totale di 75 amministrazioni di secondo livello (rimasta invariata anche dopo la nuova suddivisione regionale). Ogni regione è governata da un Wali, fino al 2015 su nomina del Re del Marocco, mentre adesso attraverso le elezioni regionali.[2] Il Wali, oltre a governare la regione, è anche a capo dell'amministrazione della prefettura o provincia in cui risiede.

Regioni 1971-1997[modifica | modifica wikitesto]

Il Marocco era suddiviso in 7 regioni (in base geografica): Centrale, Orientale, Centro-Nord, Nordoccidentale, Centro-Sud, Sud e Tansift.[3]

Regioni 1997-2015[modifica | modifica wikitesto]

Le regioni del Marocco, per come sono state definite nel 1997 all'interno di una legge per la definizione del decentramento amministrativo del paese, erano sedici.

Ogni regione era governata da un Wali: ha fatto eccezione la regione di Tangeri-Tétouan, che era governata da 2 Wali (uno nella zona di Tangeri e uno nella zona di Tétouan); quindi erano in totale 17 Wali.

Numeri della mappa Regioni Capoluoghi  
1 Oued Ed-Dahab-Lagouira Dakhla
Vecchie regioni del Marocco
2 Laâyoune-Boujdour-Sakia El Hamra Laâyoune
3 Guelmim-Es Semara Guelmim
4 Souss-Massa-Draâ Agadir
5 Gharb-Chrarda-Béni Hssen Kenitra
6 Chaouia-Ouardigha Settat
7 Marrakech-Tensift-El Haouz Marrakech
8 Regione Orientale Oujda
9 Grande Casablanca Casablanca
10 Rabat-Salé-Zemmour-Zaer Rabat
11 Doukkala-Abda Safi
12 Tadla-Azilal Béni Mellal
13 Meknès-Tafilalet Meknès
14 Fes-Boulemane Fes
15 Taza-Al Hoceima-Taounate Al-Hoseyma
16 Tangeri-Tétouan Tangeri

Regioni dal 2015[modifica | modifica wikitesto]

A partire del 2010, un nuovo programma governativo ha puntato a dare ciascuna delle regioni una maggiore autonomia (su base delle comunità autonome spagnole), in particolare alle regioni pienamente coincidenti con il Sahara Occidentale. Così è stata costituita la Commissione consultiva per la regionalizzazione[4], un'organizzazione governativa istituita nel 2011 per affrontare questo argomento. Quest'ultimo ha pubblicato i nomi delle nuove regioni, che sono state ufficialmente fissati nel gazzettino ufficiale locale dal 5 marzo 2015[5].

Numeri della mappa Regioni Capoluoghi  
1 Tangeri-Tetouan-Al Hoceima Tangeri
Nuove regioni del Marocco
2 Regione Orientale Oujda
3 Fes-Meknès Fes
4 Rabat-Salé-Kenitra Rabat
5 Béni Mellal-Khenifra Béni Mellal
6 Casablanca-Settat Casablanca
7 Marrakech-Safi Marrakech
8 Draâ-Tafilalet Al-Rashidiyya
9 Souss-Massa Agadir
10 Guelmim-Oued Noun Guelmim
11 Laâyoune-Sakia El Hamra Laâyoune
12 Dakhla-Oued Ed Dahab Dakhla

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Décret n°2.15.40 du 20 Février 2015, fixant le nombre des régions, leurs dénominations, leurs chefs-lieux ainsi que les préfectures et provinces qui les composent, publié au Bulletin Officiel n° 6340 du 05 Mars 2015 (PDF), in Bulletin officiel du Royaume du Maroc, 5 marzo 2015. URL consultato il 13 agosto 2015.
  2. ^ [1]
  3. ^ Morocco Regions
  4. ^ Moroccan Government website concerning the regionalization
  5. ^ http://www.pncl.gov.ma/fr/EspaceJuridique/DocLib/d%C3%A9cret%20fixant%20le%20nombre%20des%20r%C3%A9gions.pdf

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa