Cavolo nero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Brassica oleracea L. var. acephala
Tuscankale.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Brassicaceae
Genere Brassica
Specie B. oleracea
Sottospecie acephala
Classificazione APG
Ordine Brassicales
Famiglia Brassicaceae
Nomenclatura binomiale
Brassica oleracea
L.
Nomenclatura trinomiale
Brassica oleracea L. var. palmifolia

Il cavolo nero (Brassica oleracea L. varietà acephala) è una varietà di cavoli. Questo cavolo è privo della gemma centrale, ed è caratterizzato da foglie di colore verde scuro lanceolate e divise, dalla superficie bollosa.

La parte edule è rappresentata principalmente dalle foglie private dello stelo, le quali sono utilizzate per numerose preparazioni come la tipica ribollita, il minestrone, la bruschetta e il risotto. Il periodo migliore è quello caratterizzato da temperature molto rigide, infatti secondo l'opinione comune, nei periodi successivi alle gelate invernali di gennaio e febbraio, le foglie risultano più tenere meno coriacee e più saporite. Viene usato soprattutto nella cucina toscana.

Utilizzi in cucina[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante rilevanti variazioni delle ricette a seconda delle zone geografiche, tutti i piatti sotto elencati necessitano l'utilizzo di cavolo nero:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4257572-2