Carmine Benincasa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carmine Benincasa (nella conferenza "De Zurbaran ad oggi" tenuta a Ispra, Varese, 2009)

Carmine Benincasa (Eboli, 17 dicembre 1947) è un critico d'arte, storico dell'arte e teologo italiano.

Carmine Benincasa (sinistra) con il presidente Sandro Pertini (centro) e Umberto Mastroianni (destra)

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carmine Benincasa ha studiato teologia, filosofia e giurisprudenza a Roma, finiti i suoi studi (nel 1968) inizia a lavorare come traduttore di testi letterari (tra altri di Hans Urs von Balthasar) e comincia a scrivere e curare mostre d'arte.

Dal 1978 al 1982 è membro della Commissione Consultiva Arti Visive della Biennale di Venezia[1] e consigliere del Ministro per i Beni Culturali e Ambientali[2].

È stato professore di storia dell'arte presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata e di Firenze e professore di storia dell'arte presso la facoltà di Architettura dell'università La Sapienza di Roma (dal 1977 al 1994).

Ha scritto testi storico-critici su vari artisti del XX secolo.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa e storia del cardinale Emmanuel Suhard e il Concilio Vaticano II – Ed. Paoline, 1967
  • L'interpretazione tra futuro e utopia – Ed. Magma, Roma 1973
  • Poetica della negazione e della differenza, in Valerio Miroglio - Il Giudizio Universale – Ed. Magma, Roma 1974
  • Sul manierismo – Come dentro uno specchio, La Nuova Foglio Editrice 1975; 2° ed – Ed. Officina, Roma
  • Babilonia in fiamme – Saggi sull'arte contemporanea – Ed. Electa, Milano 1978
  • Architettura come dis-identità – Ed. Dedalo, Bari 1978
  • L'altra scena – Saggi sul pensiero antico, medioevale e controrinascimentale – Ed. Dedalo, 1979
  • Anabasi – Architettura e arte 1960/1980 – Ed. Dedalo, Bari 1980
  • Portale - Alle soglie del sapere – Ed. del Tornese, 1980
  • Joan Miró – Ed. 2C, Roma 1981
  • Oskar Kokoschka - La mia vita – Ed. Marsilio, Venezia 1981
  • Oriente allo specchio – Ed. 2C, Roma 1982
  • Georges Braque – Opere dal 1900 al 1963 – Ed. Marsilio, Venezia 1982
  • Jackson Pollock : opere 1930-1956 (mostra, Bari, Castello Svevo) Ed. Marsilio, Venezia 1983
  • Verso l'altrove – Fogli eretici sull'arte contemporanea – Ed. Electa, Milano 1983
  • Alvar Aalto – Ed. Leader, 1983
  • Umberto Mastroianni – Monumenti 1945/1946 – Ed. Electa, Milano 1986
  • Il colore e la luce – L'arte contemporanea – Ed. Spirali, Milano 1985
  • André Masson – L'universo della pittura – Ed. Mondatori, Milano 1989
  • con Alessio Paternesi, Armando Verdiglione e Alessandro Masi, "Le peintre et le temps", Spirali/Vel, 1990
  • con Alessandro Masi, e Pierre Restany, "Alfio Mongelli: infinito futuro", Joyce & Company, 1992
  • Il tutto in frammenti : arte del XX secolo : una nuova interpretazione storica Ed. Giancarlo Politi, Milano 1994

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 1
  2. ^ 2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN45346131 · ISNI (EN0000 0001 2130 7245 · LCCN (ENn79018733 · BNF (FRcb12848737v (data) · BAV ADV10022891
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie