Caritas internationalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caritas Internationalis
Tipo Fondazione
Fondazione 1951
Scopo Organizzazione con fini caritatevoli
Sede centrale Città del Vaticano Città del Vaticano
Area di azione internazionale
Presidente Filippine Luis Antonio Tagle
Sito web 

Caritas Internationalis è un'organizzazione cattolica che raggruppa 160 movimenti di base, distribuiti in molti paesi del mondo. Tutte le caritas nazionali fanno parte, di diritto, di Caritas Internationalis.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tale progetto è nato da un'intuizione di papa Pio XII nel 1950.[1]

Un primo esempio di organizzazione si ha già nel 1947 in Svizzera, dove venne creato un organismo di rappresentanza, innanzi ai vari enti internazionali, di tutte le realtà associative cattoliche che lavorassero nell'ambito caritatevole.[2] Sino al 1957 l'organismo adottò il nome di Conferenza internazionale delle carità cattoliche, per poi adottare il nome attuale.[2]

L'esperienza di Caritas Internationalis è successiva alla nascita di altre Caritas locali, quali quella tedesca, fondata nel 1897; quella svizzera del 1901 e quella statunitense che ha visto la luce nel 1910.[2]

Finalità[modifica | modifica wikitesto]

Coordinare il lavoro di ogni caritas nazionale al fine di dare assistenza, alle popolazioni coinvolte, in caso di calamità. Inoltre ha, tra le proprie finalità, quello di promuovere la giustizia e lo sviluppo.[3]

Sede e rappresentanze[modifica | modifica wikitesto]

L'organizzazione ha la propria sede nel palazzo San Calisto, nella Città del Vaticano. Caritas internationalis ha una propria delegazione presso l'ONU a Ginevra.[4]

Cronotassi dei presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi dei segretari[modifica | modifica wikitesto]

Cronotassi degli assistenti ecclesiastici[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.treccani.it
  2. ^ a b c www.treccani.it
  3. ^ www.caritas.org
  4. ^ www.caritas.org

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN153545914 · LCCN: (ENn82249061 · ISNI: (EN0000 0004 0403 1998 · BNF: (FRcb11754388k (data)
Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo