Carex disticha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Carex disticha
Carex disticha.jpeg
Carex disticha
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Commelinidae
Ordine Cyperales
Famiglia Cyperaceae
Genere Carex
Specie Carex disticha
Classificazione APG
Ordine Poales
Famiglia Cyperaceae
Nomenclatura binomiale
Carex disticha
Huds.

La Carex disticha è una specie di piante del genere carice, all'interno della famiglia delle Cyperaceae. Con il vento si dà luogo all'impollinazione così come alla diffusione dei semi. Tuttavia essa si moltiplica anche in forma vegetativa con l'ausilio del rizoma e dello stolone interrato.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La Carex disticha è una pianta erbacea perenne che raggiunge un'altezza da 20 a 70 cm. Ha un caratteristico lungo stolone. Il diametro del rizoma va da 2 a 3 cm. Tanto il ruvido fusto che le foglie si drizzano. Al tempo della maturazione del frutto il fusto può però sporgere leggermente. La parte anteriore delle foglie ha nervature verdi. È presente anche una ligula verde innervata. Le foglie raggiungono una larghezza da 2 a 4 mm.

La pianta genera un'infiorescenza occupata da 10 a 25 spighette, Le spighette superiori e inferiori sono in maggior parte puramente femminili e maschili sono solo quelle centrali. Da ciò il frutto maturo viene stretto dalle spighette. La distribuzione del sesso nei fiori può tuttavia variare. Le spighette mature sono di colore marrone. Essa fiorisce in maggio e in giugno.

Il numero cromosomico è 2n = 62.[1]

Diffusione[modifica | modifica wikitesto]

La Carex disticha è diffusa dall'Europa all'Asia occidentale e fino alla Cina.[2] È presente anche in Nordafrica.[2] È stata poi introdotta dall'uomo anche nell'America orientale come specie naturalizzata. Essa cresce bene su terreni sabbiosi umidi stagnanti o periodicamente allagati, ricchi di sostanze nutritive, prevalentemente calcaree, leggermente argillose.[1] È un elemento costitutivo di grossi canneti e cresce soprattutto su rive di corsi d'acqua interrati e su prati estesi e umidi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (DE) Erich Oberdorfer, Pflanzensoziologische Exkursionsflora für Deutschland und angrenzende Gebiete, Unter Mitarbeit von Angelika Schwabe, Theo Müller. 8., stark überarbeitete und ergänzte Auflage. Eugen Ulmer, Stuttgart (Hohenheim) 2001, ISBN 3-8001-3131-5, S. 174
  2. ^ a b (DE) Rafaël Govaerts (Hrsg.): Carex - Datenblatt bei World Checklist of Selected Plant Families des Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. Zuletzt eingesehen am 14. Oktober 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Rudolf Schubert, Walter Vent (Hrsg.): Exkursionsflora von Deutschland. Begründet von Werner Rothmaler. 8. Auflage (Neuausgabe). Band 4: Gefäßpflanzen: Kritischer Band, Gustav Fischer, Jena 1994, ISBN 3-334-60830-1.
  • (DE) E. Foerster: Seggen, Binsen, Simsen und andere Scheingräser des Grünlandes - Ein Schlüssel zum Bestimmen im blütenlosen Zustand. Manuskript, Kleve-Kellen März 1982.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica