Cariceto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

In fitogeografia, il cariceto è la zona anulare che circonda i bacini lacustri, caratterizzata dalla presenza di piante del genere Carex.[1]

Delleboersterheide – Catspoele Natuurgebied van It Fryske Gea. Omgeving van Catspoele 007.jpg

Tali associazioni prediligono le distese di fango umido e solo occasionalmente sommerso, pur sopportando lunghi periodi di siccità. Spesso occupano i bordi più esterni delle sponde palustri.[2]

È un particolare tipo di torbiera caratterizzato un suolo per lo più neutro o alcalino. Il cariceto può essere una fase nello sviluppo di una successione naturale da un lago verso un bosco, o se si sviluppa la torba e la sua superficie si alza, verso una torbiera vera e propria.[senza fonte]

L'acqua in un cariceto viene spesso da sorgenti sotterranee o da corsi d'acqua con un pH abbastanza alto. Quando l'acqua proviene dalla pioggia o sorgenti con un pH inferiore, il cariceto è spesso sostituito da una torbiera a sfagni.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cariceto, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ Canneto, tifeto e cariceto : gli habitat delle sponde palustri, su parcolefolaghe.it. URL consultato l'8/5/2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85047804