Cantina di Ruvo di Puglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cantina di Ruvo di Puglia
StatoItalia Italia
Forma societariaCooperativa
Fondazione1960 a Ruvo di Puglia
Sede principaleRuvo di Puglia
SettoreAlimentare
Prodottivino
Sito webwww.crifo.it/

La Cantina di Ruvo di Puglia è una cooperativa vinicola della regione Puglia fondata nel 1960 a Ruvo di Puglia specializzata nella raccolta e vinificazione delle uve delle cultivar nero di Troia, bombino nero e bombino bianco, pampanuto (o verdeca) e moscatello selvatico.

La Cantina rientra nei percorsi di enoturismo pugliese[1] de Le strade del vino[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Logo della Cantina di Ruvo di Puglia

Nel 1960, un gruppo di viticoltori intenzionati ad avviare una filiera del settore vitivinicolo trasparente e in grado di occuparsi dell’intero processo, dal conferimento delle uve alla vinificazione, decidono di fondare, nel cuore dell’Alta Murgia, poco distante da Castel del Monte, la Cantina di Ruvo di Puglia, inizialmente una cooperativa che produceva esclusivamente mosti. Questo, anche tenendo conto del contesto storico: erano nel pieno del periodo della Riforma fondiaria.

Grazie alla passione e ai successi delle varie vendemmie, la Cantina assume gradualmente un ruolo di spicco tra le realtà vitivinicole del sud Italia diventando anche un punto di riferimento per quanto riguarda il processo di vinificazione. Tra il 1960 e il 1980 nasce il brand "Crifo"[3], acronimo della denominazione originale de "Cantina della riforma fondiaria"[4]. Le prime etichette dei Castel del Monte DOC, raffiguranti lo stabilimento originale, accompagnano i prodotti di punta della cooperativa fino al 1980.

1980-1990[modifica | modifica wikitesto]

Nel decennio tra il 1980 e il 1990 la Cantina di Ruvo di Puglia fa il suo debutto nelle fiere di settore nazionali e internazionali esponendo la nuova etichetta di Castel del Monte DOC, con accenti cromatici rossi inspirati al color rubino intenso del vino da uve nero di Troia. Insieme al logo viene ripreso graficamente, in forma stilizzata, il Grifone, animale mitologico presente sulla facciata della Concattedrale di Santa Maria Assunta a Ruvo di Puglia.

1990-2000[modifica | modifica wikitesto]

L’aumento della produttività è notevole e si arrivano a registrare conferimenti per 204.000 ettolitri[5]. Di conseguenza la notorietà della Cantina è tale che, tra il 1990 il 2000, si decide di aumentare il budget dedicato alla pubblicità e alle azioni di marketing[6] permettendo ai nuovi prodotti con marchio Crifo di essere inseriti nella carta dei vini[7] di numerosi ristoranti.

Selezione di vini rossi marchio Crifo della Cantina di Ruvo di Puglia

Le certificazioni BRC-IFS permettono alla Cantina di entrare nella grande distribuzione organizzata (GDO), e i vini Crifo approdano nei supermercati di tutta Italia fregiandosi delle denominazioni Castel del Monte DOP e Puglia IGP, in rappresentanza dei principali vitigni autoctoni della regione.

Dal 2000[modifica | modifica wikitesto]

A partire dal 2000 nasce il primo vero cru della Cantina, l’Augustale Murgia IGT da uva di Troia, oggi Augustale Castel del Monte nero di Troia Riserva DOCG. La cooperativa inaugura così un nuovo stabilimento, più moderno, che consente di gestire processi di produzione più sofisticati e assicura ritmi di imbottigliamento in linea con una domanda in crescita esponenziale.

Nel 2020 la Cantina di Ruvo di Puglia ha prodotto oltre 3.000.000 di bottiglie in formato 0,75 litri, distribuite nei canali HoReCa e GDO/DO in Italia e all’estero, confermando la leadership assoluta nella produzione e vendita di vini da uva Nero di Troia nel suddetto formato.[8] Nel 2021 più di 400 soci[9] conferiscono oltre 8.000 tonnellate d’uva per vendemmia[10], appartenenti per il 60% alle varietà autoctone dell’Alta Murgia. La raccolta proviene da oltre 1.000 ettari di viti allevate con vari sistemi: a spalliera, pergola pugliese e ad alberello che insistono nel territorio calcareo dell’area di Castel del Monte, ubicato tra le province di Bari e Barletta-Andria-Trani.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Hanno premiato i vini Crifo:

Panoramica delle botti e delle barrique in rovere francese e americano, scattata nella bottaia della sede originaria della Cantina di Ruvo di Puglia
  • Wine Spectator[13];
  • Sakura[14];
  • China Wine & Spirits Awards[15];
  • Wine Enthusiast Buying Guide[16];
  • 5StarWines[17];
  • Oscar Douja D'Or[18];
  • Tastings Chicago[19];
  • Concorso Enologico Regionale Vinum[20];
  • Mostra Nazionale Vini Pramaggiore[21];
  • Concorso Gilbert Gaillard[22];
  • Trofeo A.I.S. Murgia "Dolce Puglia"[23].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Cantina di Ruvo di Puglia nel circuito de “Le Strade del Vino Puglia” su lestradelvinopuglia.it
  2. ^ Turismo enologico: a passeggio per i vitigni più coltivati di Puglia su crifo.it
  3. ^ I 60 anni della Cantina di Ruvo di Puglia "festeggiati" su Rai Uno su ruvolive.it
  4. ^ La Cantina della Riforma Fondiaria su crifo.it su ruvolive.it
  5. ^ 60 anni di lavoro tra i vitigni più coltivati in Puglia su crifo.it
  6. ^ Record di vendite per la Cantina di Ruvo di Puglia su ruvochannel.com
  7. ^ La cantina Crifo rilancia il nuovo marchio su passalaparola.net
  8. ^ La Cantina Ruvo di Puglia e i vini Crifo, una storia di successo su bariseranews.it
  9. ^ Vini Crifo, una storia di successo ed evoluzione. A tu per tu con il Presidente, dottor Sebastiano Marinelli su bariseranews.it
  10. ^ Cantina di Ruvo di Puglia su vinopuro.com
  11. ^ Annuario dei migliori vini italiani online su lucamaroni.com
  12. ^ Mondial du Rosé: a Cannes l'Italia conquista 16 ori e 21 argenti su cronachedigusto.it
  13. ^ Wine Spectator’s Top 100 Wine 2020 su vinodabere.it
  14. ^ Japan Women’s Wine Awards su sakuraaward.com
  15. ^ Cantina di Ruvo di Puglia al CWSA, il più prestigioso concorso di vini e liquori su cwsa.org/it
  16. ^ Grifo Nero di Troia su winemag.com
  17. ^ Lista dei vini selezionati per la guida 5StarWines su 5stasrwines.it
  18. ^ Vini premiati Douja d’Or su doujador.it
  19. ^ Grifo Puglia Nero di Troia IPG su tastings.com
  20. ^ Terre del Crifo Castel del Monte DOP Rosato su ilgustodautore.com
  21. ^ Diploma di medaglia d’oro per due vini Grifo al Concorso Enologico Nazionale di Pramaggiore su ruvesi.it
  22. ^ Gilbert & Gaillard: due medaglie d’oro per la Cantina di Ruvo di Puglia su ruvochannel.com
  23. ^ Trofeo Dolce Puglia: 1° posto per “Cryfus Moscato” su ruvochannel.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici