International Food Standard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L’International Food Standard nasce in risposta all'esigenza di creare uno standard unificato di sicurezza della qualità valido per tutti i prodotti alimentari distribuiti all'ingrosso ed al dettaglio.

Si tratta in sostanza di un sistema di controllo unificato dei sistemi di qualità e sicurezza, applicato a tutti i livelli della produzione nei quali gli alimenti vengono lavorati (aziende alimentari o aziende che confezionano prodotti alimentari sfusi). L'IFS Food vale in particolare per la trasformazione e lavorazione, il trattamento di prodotti sfusi, le attività effettuate durante il primo confezionamento. IFS Food è stato il primo standard IFS (acronimo di International Featured Standards). La versione 3 dell'IFS Food è stata sviluppata da HDE (Deutscher Einzelhandelsverband)- Federazione Tedesca dei Distributori - e lanciata nel 2003. Nel 2004, è stata sviluppata una versione aggiornata e introdotta in collaborazione con FCD - Fédération des Entreprises du Commerce et de la Distribution. Negli anni successivi anche le associazioni di distributori italiani hanno mostrato un certo interesse all'IFS e l'ultima versione (versione 5), introdotta nel 1º gennaio 2008, costituisce infatti una sorta di collaborazione di tre federazioni di distributori provenienti dalla Germania, Francia e Italia [1].

IFS ha iniziato con la pubblicazione dell'IFS Food e poi ha sviluppato ulteriori standard, quali IFS Logistic (applicabile sia per prodotti alimentari che non alimentari), IFS HPC (prodotti per la casa e per la cura del corpo).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]