Cane da pastore della Lessinia e del Lagorai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cane da pastore della Lessinia e del Lagorai
Pastore della Lessinia e del Lagorai.jpg
Gruppo
Nome originale Cane da pastore della Lessinia e del Lagorai
Tipo cane da pastore
Origine Italia Italia
Razze canine

Il Cane da pastore della Lessinia e del Lagorai, detto anche semplicemente "Pastore del Lagorai", "Pastore della Lessinia" o "Pastore della Val d'Adige", è un’antica razza canina italiana non riconosciuta dalla FCI ma in fase di riconoscimento da parte della cinofilia ufficiale. Da sempre utilizzato nelle attività pastorali e di conduzione del gregge nelle aree montane del Nord-Est d’Italia (Lombardia orientale, Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli-Venezia Giulia), per tramite delle greggi transumanti che dalle pianure scendono verso il mare si è diffuso anche in regioni contigue.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Come molte razze locali, vanta antenati antichissimi. Prove dell'esistenza di cani paratori nella conduzione di ovini e caprini nelle Alpi italiane risalgono infatti all'epoca neolitica. Discendenti dall'antico cane che probabilmente giunse sull'arco alpino al seguito delle migrazioni di popolazioni nomadi provenienti dalla Paflagonia attraverso le Alpi orientali. Popolazioni che a loro volta avevano avuto conoscenza delle tecniche di allevamento degli animali domestici e dal cane dai Natufiani[1].

Il Pastore della Lessinia e del Lagorai è ancora allevato in prevalenza come ausiliario per il lavoro nelle malghe e nelle aziende agro-pastorali; ciò ha consentito di preservare intatte le sue doti naturali, che lo rendono un cane rustico, di ottima costituzione e salute, esente dalle principali patologie ereditarie.

È in corso un progetto di recupero, valorizzazione e salvaguardia dalla sua estinzione attraverso il riconoscimento come razza ufficiale promosso dalla Società Italiana Pastore della Lessinia e del Lagorai.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha aspetto tipicamente lupoide, mesomorfo, di taglia media e agile, con grandi orecchie triangolari generalmente portate erette, ma anche semi erette o cadenti. Il pelo è semi lungo con folto sottopelo, il mantello è generalmente nero, fulvo o merle (macchie grigio nere o fulve su fondo grigio o bianco, e dai caratteristici contorni irregolari) anche con ampie chiazze bianche. Ha temperamento vivace, curioso, di spiccata docilità, lo distinguono la notevole resistenza fisica e le doti nel salto di ostacoli naturali. È un inesauribile camminatore e infaticabile lavoratore specializzato nella conduzione di bestiame ovino, ma all'occorrenza anche bovino ed equino.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

*https://www.facebook.com/PastoreLessiniaLagorai/?fref=ts *http://www.ildolomiti.it/ambiente/pastore-del-lagorai-prima-razza-trentina-riconosciuta-dallenci-parte-la-procedura *http://www.larena.it/territori/lessinia/il-pastore-della-lessiniae-lagorai-in-lista-d-attesadiventer%C3%A0-cane-di-razza-1.5242984?refresh_ce#scroll=701.5999755859375 *http://www.larena.it/territori/lessinia/il-pastore-della-lessiniavuole-essere-riconosciuto-1.5116282?refresh_ce#scroll=501.6000061035156


Cani Portale Cani: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cani