Callistomordax kugleri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Callistomordax kugleri
Callistomordax kugleri.JPG
Cranio di Callistomordax kugleri
Stato di conservazione
Fossile
Periodo di fossilizzazione: Triassico
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Amphibia
Ordine Temnospondyli
Sottordine Stereospondyli
Infraordine Trematosauria
Superfamiglia Trematosauroidea
Famiglia incertae sedis
Genere Callistomordax
Schoch, 2008
Specie C. kugleri
Nomenclatura binomiale
Callistomordax kugleri
Schoch, 2008

Callistomordax kugleri Schoch, 2008[1] è un anfibio estinto, appartenente ai temnospondili. Visse nel Triassico medio (tra Anisico, 242 milioni di anni fa, e Ladinico, 235 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati esclusivamente in Germania.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Noto per alcuni scheletri ben conservati provenienti dal Keuper inferiore della Germania meridionale, Callistomordax era un anfibio di dimensioni medio - grandi, lungo più di un metro e dotato di una grande testa piatta. Gli occhi erano spostati molto anteriormente, e con tutta probabilità sporgevano come quelli degli attuali ippopotami. Callistomordax era caratterizzato da numerose caratteristiche uniche (autapomorfie): un ampio osso frontale impari, zanne del vomere molto grandi, intercentri allungati e massicci, dalla superficie anteriore convessa, omeri a mezzaluna dotati di grandi creste deltopettorali, cleitro fortemente ricurvo e a forma di arco, tronco estremamente allungato (circa tre volte il cranio).

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Fossile di Callistomordax kugleri

Callistomordax è considerato uno stretto parente dei metoposauridi, un gruppo di grandi anfibi del Triassico superiore dotati di grandi crani piatti. Callistomordax condivide con i metoposauridi la caratteristica ornamentazione del cranio, le proporzioni della parte posteriore del cranio e del muso, la posizione dell'osso lacrimale, la morfologia della base cranica e la struttura di clavicola e interclavicola. Un'analisi filogenetica del 2008 indica che Callistomordax rappresenta il sister taxon dei metoposauridi, e che alcune forme di anfibi temnospondili come Lyrocephaliscus, Almasaurus e Rileymillerus rappresentino vari step evolutivi di un unico grande clade, comprendente anche i metoposauridi come forme più derivate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) R. R. Schoch, A new stereospondyl from the German Middle Triassic, and the origin of the Metoposauridae, in Zoological Journal of the Linnean Society, vol. 152, nº 1, 2008, pp. 79-113, DOI:10.1111/j.1096-3642.2007.00363.x.
  2. ^ Callistomordax kugleri, su Fossilworks. URL consultato il 5 gennaio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Schoch, R.R. 2008. A new stereospondyl from the German Middle Triassic, and the origin of the Metoposauridae. Zoological Journal of the Linnean Society 152(1):79-113. doi: 10.1111/j.1096-3642.2007.00363.x.