Calciope (figlia di Eete)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Calciope
Nome orig.Χαλκιόπη
Epiteto"Occhi color del rame"
SessoFemmina

Calciope (in greco antico: Χαλκιόπη, Chalkiópē) è conosciuta anche come Iofossa ed è un personaggio della mitologia greca, figlia di Eete re dalla Colchide e di Idia, è sorella di Medea e di Apsirto[1][2].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Calciope sposò Frisso, figlio di Atamante, che per sdebitarsi dell'accoglienza riservatagli dopo il suo peregrinare[3], nonché dell'avergli concesso la mano della figlia, fece dono ad Eete del vello d'oro che l'aveva salvato dalle insidie di Ino, sua matrigna, che l'aveva condotto nella Colchide.

Ebbe da lui quattro figli: Argeo, Melas, Frontide e Citissoro;[4] essi si unirono a Giasone nel suo viaggio di ritorno.

Pausania attribuisce a lei ad a Frisso un altrio figlio (Presbone), mentre Giovanni Tzetzes un'altra figlia (Elle).[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Apollonio Rhodio, Argonautica, 3.241 244 (In inglese e greco)
  2. ^ Apollonio Rhodio, Argonautica, 269 (In inglese e greco)
  3. ^ Apollonio Rodio, Le Argonautiche', II, vv. 1147–1149 [1].
  4. ^ Pseudo-Apollodoro, Biblioteca, I, 9, 1 (in greco ed inglese) Archiviato il 24 novembre 2016 in Internet Archive..
  5. ^ Scoli di Tzetze a Licofrone, 22.
Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca