Bozzetto per lo Schiavo giovane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bozzetto per lo Schiavo giovane
BLW Model of a slave2.jpg
Autore Michelangelo
Data 1516-1519 circa
Materiale Cera
Altezza 16,5 cm
Ubicazione Victoria and Albert Museum, Londra

Il Bozzetto per lo Schiavo giovane è un modello in cera per scultura (h 16,5 cm) attribuito a Michelangelo, databile al 1516-1519 circa e conservato alla Galleria dell'Accademia a Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'opera, generalmente ritenuta autografa, è un modello per lo Schiavo giovane per la tomba di Giulio II, statua non-finita oggi alla Galleria dell'Accademia a Firenze. Si sa che Michelangelo produsse numerosi modellini delle sue opere, soprattutto in cera e in terracotta, che venivano poi via via distrutti. Quando la fama dell'artista iniziò ad essere grande, alcuni di questi modellini vennero conservati e collezionati, come avvenne anche ai suoi disegni e schizzi. I modellini servivano anche per un particolare processo scultoreo, che prevedeva l'immersione in acqua della scultura: abbassando gradualmente il livello del liquidi si poteva avere un'idea dei livelli orizzontali della statua e riportarli sul marmo.

Il nucleo più numeroso di bozzetti michelangioleschi si trova a casa Buonarroti a Firenze. Il problema più considerevole di queste opere è l'attribuzione che, nella scarsità di fonti documentarie e d'archivio, è spesso controversa o comunque priva di certezze assolute.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Umberto Baldini, Michelangelo scultore, Rizzoli, Milano 1973.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]