Borgo Carige

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Borgo Carige
frazione
Borgo Carige – Veduta
Panorama di Borgo Carige
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Grosseto-Stemma.png Grosseto
ComuneCapalbio-Stemma.png Capalbio
Territorio
Coordinate42°25′30″N 11°25′05″E / 42.425°N 11.418056°E42.425; 11.418056 (Borgo Carige)
Altitudine21 m s.l.m.
Abitanti352 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale58011
Prefisso0564
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgo Carige
Borgo Carige

Borgo Carìge è una frazione del comune italiano di Capalbio, nella provincia di Grosseto, in Toscana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La frazione di Borgo Carige è situata all'estremità meridionale della Maremma grossetana, in quel tratto costiero e dell'immediato retroterra noto come costa d'Argento. Il paese è posto a 21 m s.l.m. in un'area pianeggiante a valle del poggio Monteti (421 m) e delle alture dove sorge il borgo di Capalbio, compresa tra il fosso di Gabriellaccio (5 km)[1] a nord-ovest, il Chiarone a sud-est ed il canale della Bassa (5 km)[2] a sud. Il territorio è inoltre attraversato dal fosso della Carige (3 km)[3], che nasce in località Carige Alta e va ad immettersi nel canale della Bassa. La frazione confina inoltre a nord con Capalbio, ad est con Pescia Fiorentina, a sud con Capalbio Scalo e i tracciati della via Aurelia e della ferrovia Tirrenica, e ad ovest con il Giardino.

Il centro abitato dista circa 55 km da Grosseto e poco più di 5 km dal capoluogo comunale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio della piana di Capalbio rimase scarsamente popolato per molti secoli, e la frazione si è sviluppata solamente nel corso del XX secolo, a seguito della completa bonifica della pianura maremmana e della riforma agraria avviata nel 1951.[4][5]

La località di Carige – che si articolava nei due piccoli nuclei di Carige Alta e Carige Bassa – fu selezionata per la costruzione di un nuovo borgo che avrebbe dovuto fungere da centro di servizi e aggregazione per circa quattrocento poderi sparsi in una vasta area rurale di 5 000 ettari tra Capalbio e il mare.[4] Il nucleo originario del borgo comprendeva otto edifici: la chiesa parrocchiale, la canonica, l'edificio sociale con bar e botteghe, l'ufficio postale ed ambulatorio, la scuola elementare, l'asilo, una palazzina per le residenze degli insegnanti ed il cinema (quest'ultimo realizzato solo successivamente).[4] I lavori iniziarono nel luglio 1956 ed il borgo fu inaugurato il 3 maggio 1958.[6]

Lo sviluppo demografico del paese iniziò dopo il 1962, quando fu permessa la realizzazione di una zona residenziale, incrementando nel corso degli anni ottanta fino a superare i 300 abitanti nel 2011.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa del Cuore Immacolato
  • Chiesa del Cuore Immacolato, chiesa parrocchiale di Borgo Carige,[7] è situata nella piazza principale del paese. La sua progettazione fu affidata a Riccardo Medici, fratello dell'allora presidente dell'Ente Maremma Giuseppe Medici, il 30 ottobre 1952[6] e il progetto definitivo fu presentato nell'agosto 1955.[6] L'anno successivo iniziarono i lavori di costruzione e la chiesa venne inaugurata il 13 maggio 1958 con dedicazione dell'altare da parte del vescovo Pacifico Giulio Vanni.[7] Opere di ristrutturazione e restauro sono state effettuate tra il 1993 e il 1998.[7] La chiesa si presenta in uno stile neoromanico.[6][8] La chiesa è realizzata in tufo di Viterbo a faccia vista su pianta a tre navate;[7] la facciata è posta verso sud e presenta un imponente portale in sasso peperino con decorazioni di Carlo Vittorio Testi, sormontato da un rosone in peperino con una Crocifissione dello scultore Alfio Castelli.[7] Un secondo portale, rivolto verso est, possiede anch'esso decorazioni del pittore futurista Testi.[7] L'interno ospita un fonte battesimale e acquasantiere in marmo giallo senese, ed una bronzea via crucis di Alfio Castelli, mentre l'abside è decorato con pitture che rappresentano profeti, evangelisti, santi, scene bibliche come la Creazione e il ciclo della vita di Maria: al centro è posta l'immagine dell'Immacolata Concezione contorniata da cherubini e angeli.[7] Accanto al presbiterio sorgeva la cantoria, poi modificata dopo gli anni ottanta e trasformata in cappella intitolata al Santissimo Sacramento: qui è situato un ciborio a croce greca in onice di Algeria.[7] Sul lato destro svetta il campanile con cinque campane e vi è annessa la casa canonica.[7]
  • Cappella di Torre Palazzi, piccolo edificio di culto situato nella località di Torre Palazzi.[9]
  • Monumento dedicato al gemellaggio tra Capalbio e il comune abruzzese di Trasacco, presenta una scultura geometrica in travertino su cui sono affissi i due stemmi comunali.[10]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Quella che segue è l'evoluzione demografica della frazione di Borgo Carige. Sono indicati gli abitanti del centro abitato e dove è possibile è inserita la cifra riferita all'intero territorio della frazione.

Anno Abitanti
Centro abitato Frazione
1961
41
1 253
1981
89
1 108
2001
229
-
2011
352
-

Istituzioni[modifica | modifica wikitesto]

A Borgo Carige è situato l'unico presidio ospedaliero del comune di Capalbio.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

A nord e a sud della frazione, a poco più di un chilometro, esistono altri due nuclei abitativi dipendenti dal centro della frazione, denominati rispettivamente Carige Alta e Carige Bassa.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

A Borgo Carige è situata la Cantina sociale cooperativa Capalbio,[11] fondata nel 1961,[12] una delle principali cantine produttrici del prestigioso vino Capalbio.[13][14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fosso di Gabriellaccio, SIRA - Sistema informativo regionale ambientale della Toscana.
  2. ^ Canale della Bassa, SIRA - Sistema informativo regionale ambientale della Toscana.
  3. ^ Fosso della Carige, SIRA - Sistema informativo regionale ambientale della Toscana.
  4. ^ a b c Antonio Valentino Simoncelli, La Riforma Fondiaria in Maremma (1950-1965), Grosseto, 1989, pp. 120–123.
  5. ^ Luca Quattrocchi, Gli anni della ricostruzione architettonica in Maremma, in Enrico Crispolti, Anna Mazzanti, Luca Quattrocchi, Arte in Maremma nella prima metà del Novecento, Silvana Editoriale, Milano, 2005, pp. 300–301.
  6. ^ a b c d Marco Del Francia, Giovanni Tombari, Barbara Catalani, Itinerari di architettura contemporanea. Grosseto e Provincia, Pisa, ETS, 2011, p. 20.
  7. ^ a b c d e f g h i Notizie storiche, su Parrocchia di Borgo Carige. URL consultato il 29 settembre 2015.
  8. ^ M. Del Francia, B. Catalani, Architettura contemporanea del paesaggio toscano, Firenze, Edizioni Edifir, 2008, p. 31.
  9. ^ Cappella di Torre Palazzi, su Le chiese delle diocesi italiane, Conferenza Episcopale Italiana.
  10. ^ Simoncelli, op. cit., p. 120.
  11. ^ Simoncelli, op. cit., p. 121.
  12. ^ Cantina Capalbio Archiviato il 13 agosto 2015 in Internet Archive., sito ufficiale.
  13. ^ Giuseppe Coria, Il libro d'oro dei vini d'Italia, Mursia, 1981.
  14. ^ Luca Pollini, Tutto Vino. Guida completa ai vini d'Italia, Giunti, 2004.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabiola Favilli, Capalbio. Alla scoperta del borgo e del territorio, Arcidosso, C&P Adver Effigi, 2011.
  • Luca Quattrocchi, Gli anni della ricostruzione architettonica in Maremma, in Enrico Crispolti, Anna Mazzanti, Luca Quattrocchi, Arte in Maremma nella prima metà del Novecento, Silvana Editoriale, Milano, 2005, pp. 300–301.
  • Antonio Valentino Simoncelli, La Riforma fondiaria in Maremma (1950-1965), Grosseto, 1989, pp. 120–122.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]