Blue Wing Airlines

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blue Wing Airlines N.V.
BlueWingAirlines-Cessna U206G Stationair 6-PZ-TLV.jpg
StatoSuriname Suriname
Forma societariaCompagnia aerea
Fondazione2002 a Paramaribo
Sede principaleParamaribo
SettoreTrasporto
Prodottiaviazione civile
Sito web
Compagnia aerea regionale
Codice ICAOBWI
Indicativo di chiamataBLUE TAIL
Flotta9 (nel 2013)
Destinazioni15
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Blue Wing Airlines è una compagnia aerea privata del Suriname fondata a Paramaribo nel gennaio 2002.

Ha cominciato la sua attività con due velivoli Cessna per poi espandersi nel 2003 con l'acquisto di un primo Antonov An-28 che operava voli passeggeri e cargo a cui seguirono altri due esemplari: tutti e tre gli Antonov della compagnia sono nel corso degli anni andati distrutti in tre incidenti avvenuti fra il 2008 e il 2010.

Per via delle condizioni del terreno e quindi delle piste aree del Suriname, la Blue Wing Airlines opta per velivoli che siano in grado di essere operativi su piste di lunghezza compresa fra i 350 e i 500 metri e che durante la stagione delle piogge sono spesso ricoperte di fango: oggi la flotta è composta da sette aeromobili che fanno servizio su voli nazionali e internazionali.

Al momento, la compagnia aerea è soggetta al divieto operativo nel territorio dell'Unione europea, essendo parte della lista nera stilata dalle autorità per l'aviazione civile.[1]

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Ad agosto 2013 la flotta della Blue Wing Airlines è composta da 9 aeroplani tutti di proprietà della Compagnia:[2]

Velivolo N° esemplari Motore
Cessna 208 Caravan 2 Turboelica
de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter 3 Turboelica
Cessna Reims F-406 1 Turboelica
Cessna 206 3 Motore a pistoni

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lista ENAC (PDF), su enac.gov.it.
  2. ^ History Archiviato il 27 luglio 2013 in Internet Archive. dal sito della Blue Wing Airlines.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]