Bloom (album Troye Sivan)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bloom
ArtistaTroye Sivan
Tipo albumStudio
Pubblicazione31 agosto 2018
Durata36:45
Dischi1
Tracce10
GenereElettropop
Indie pop
EtichettaEMI Australia, Capitol Records[1]
ProduttoreOscar Holter, Alex Hope, Bram Inscore, Jam City, Oscar Görres, Ariel Rechtshaid, Buddy Ross, Bobby Krlic, Nick Monson
Troye Sivan - cronologia
Album successivo
Singoli
  1. My My My!
    Pubblicato: 11 gennaio 2018
  2. Bloom
    Pubblicato: 2 maggio 2018
  3. Dance to This
    Pubblicato: 13 giugno 2018
  4. Animal
    Pubblicato: 8 agosto 2018
  5. Lucky Strike
    Pubblicato: 10 gennaio 2019

Bloom è il secondo album in studio del cantante australiano Troye Sivan, pubblicato il 31 agosto 2018 dalla Capitol Records e dalla EMI Australia.[2]

Cinque singoli sono stati pubblicati per promuovere l'album: il primo di questi, My My My!, è stato pubblicato l'11 gennaio 2018. Il cantante ha inoltre annunciato di intraprendere una tournée, il Bloom Tour, che inizierà il 21 settembre a Irving, in Texas.[3]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Neil Z. Yeung di AllMusic ha scritto che "Bloom è una rappresentazione inequivocabile da parte di Troye, cristallina nel suo intento di celebrare gli alti e i bassi dell'amore queer attraverso la visione di una pop star orgogliosa in crescita".[4]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Seventeen – 3:38 (Troye Sivan Mellet, Brett McLaughlin, Alexandra Hughes, Bram Inscore)
  2. My My My! – 3:25 (Mellet, McLaughlin, Oscar Görres, James Alan Ghaleb)
  3. The Good Side – 4:29 (Mellet, McLaughlin, Inscore, Hughes, Jack Latham, Ariel Rechtshaid)
  4. Bloom – 3:42 (Mellet, McLaughlin, Oscar Holter, Peter Svensson)
  5. Postcard (feat. Gordi) – 3:36 (Mellet, Sophie Payten, Inscore)
  6. Dance to This (feat. Ariana Grande) – 3:51 (Mellet, McLaughlin, Holter, Noonie Bao)
  7. Plum – 3:06 (Mellet, McLaughlin, Ghaleb, Hughes, Görres)
  8. What a Heavenly Way to Die – 3:07 (Mellet, McLaughlin, Hughes, Inscore)
  9. Lucky Strike – 3:28 (Mellet, Alex Hope)
  10. Animal – 4:25 (Mellet, McLaughlin, Inscore, Hughes, Latham, Rechtshaid)
Edizione Urban Outfitters[5]
  1. Seventeen (Reprise)
  2. Dance to This – 3:51 (Mellet, McLaughlin, Holter, Noonie Bao)
  3. Plum – 3:06 (Mellet, McLaughlin, Ghaleb, Hughes, Görres)
  4. What a Heavenly Way to Die – 3:07 (Mellet, McLaughlin, Hughes, Inscore)
  5. Lucky Strike – 3:28 (Mellet, Alex Hope)
  6. Animal – 4:25 (Mellet, McLaughlin, Inscore, Hughes, Latham, Rechtshaid)
Edizione Target[6]
  1. This This
  2. Running Shoes

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2018) Posizione
massima
Grecia[7] 31
Italia[8] 31

Classifiche annuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2018) Posizione
Australia[9] 97

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Matthew Schneier, Troye Sivan Is a New Kind of Pop Star: Here, Queer and Used to It, The New York Times, 10 maggio 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Laura English, Troye Sivan Reveals New Album Release Date While On Stage With Taylor Swift, Music Feeds, 21 maggio 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  3. ^ (EN) Brittany Spanos, Troye Sivan Announces North American 'Bloom' Tour, Rolling Stone, 31 maggio 2018. URL consultato il 2 agosto 2018.
  4. ^ Neil Z. Yeung, Bloom – Troye Sivan, su AllMusic, 30 agosto 2018. URL consultato il 30 agosto 2018.
  5. ^ Troye Sivan - Bloom (Limited Edition), Urban Outfitters. URL consultato il 2 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 2 ottobre 2018).
  6. ^ (EN) Troye Sivan - Bloom (Target Exclusive), su target.com. URL consultato il 2 agosto 2018.
  7. ^ (EN) Official IFPI Charts - Top-75 Albums Sales Chart - Week: 40/2018, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 15 ottobre 2018 (archiviato il 15 ottobre 2018).
  8. ^ FIMI - Classifiche - FIMI, su www.fimi.it. URL consultato il 7 settembre 2018.
  9. ^ (EN) ARIA Albums Chart - 2018, ARIA Charts. URL consultato il 9 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica