Bill Garrett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bill Garrett
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 190 cm
Peso 84 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala
Allenatore
Ritirato 1956 - giocatore
1967 - allenatore
Carriera
Giovanili
Shelbyville High School
1948-1951Indiana Hoosiers
Squadre di club
1953-1956H. Globetrotters
Carriera da allenatore
1958-1967Crispus Attucks H.S.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

William Leon "Bill" Garrett (Shelbyville, 4 aprile 1929Indianapolis, 7 agosto 1974) è stato un cestista e allenatore di pallacanestro statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato nella squadra della High School di Shelbyville (Indiana), ed aver vinto l'"Indiana Mr. Basketball", si trasferì alla Indiana University. Rompendo ogni barriera razziale, fu il primo giocatore afroamericano nella storia della Big Ten Conference[1].

Dopo tre stagioni con gli Hoosiers, venne selezionato al secondo giro del Draft NBA 1951 dai Boston Celtics, divenendo il terzo giocatore di colore ad essere selezionato in un Draft NBA[1]. Tuttavia non giocò mai in NBA, e venne arruolato nell'esercito statunitense di stanza in Giappone[2]. Al ritorno, giocò alcune stagioni con la maglia degli Harlem Globetrotters[1].

Lasciò poi il basket giocato per dedicarsi alla carriera di allenatore: guidò dal 1958 al 1967[3] la Crispus Attucks High School, con cui vinse il campionato statale nel 1959[1].

Morì prematuramente nel 1974 a causa di un infarto[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) The Right Man, bigten.org. URL consultato il 12 marzo 2013.
  2. ^ (EN) Bill Garrett, Find a Grave. URL consultato il 12 marzo 2013.
  3. ^ (EN) Garrett Promoted, in Warsaw Times - Union, 4 agosto 1967. URL consultato il 12 marzo 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Tom Graham, Rachel Graham Cody, Getting Open: The Unknown Story of Bill Garrett and the Integration of College Basketball, Simon & Schuster, 2011, p. 272, ISBN 0-7432-9924-8, ,.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN104031949 · ISNI (EN0000 0001 0552 5971 · LCCN (ENn2002103945