Biker Mice da Marte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Biker Mice" rimanda qui. Se stai cercando la serie animata del 2006, vedi Biker Mice from Mars.
Biker Mice da Marte
serie TV d'animazione
Biker Mice from mars.jpg
Il logo dei Biker Mice
Titolo orig.Biker Mice from Mars
Lingua orig.inglese
PaeseStati Uniti
AutoreRick Ungar (ideatore)
RegiaTom Tataranowicz
ReteUPN
1ª TV18 settembre 1993 – 24 febbraio 1996
Episodi65 (completa)
Durata ep.30 min
Rete it.Rai 1
1ª TV it.1994
Dialoghi it.Elettra Caporello dialoghista
Studio dopp. it.SINC Cinematografica
Dir. dopp. it.Mimmo Palmara, Eva Ricca
Seguito daBiker Mice from Mars

Biker Mice da Marte è una serie animata creata da Rick Ungar. Narra delle avventure di tre topi motociclisti antropomorfi provenienti da Marte e giunti sulla Terra.

Composta da 3 stagioni, la serie originale è stata trasmessa negli Stati Uniti tra il 1993 e il 1996; in Italia da Rai 1, all'interno dell'edizione 1994 del contenitore Solletico.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre topi motociclisti antropomorfi, Sterzo (Throttle), Turbo (Vinnie) e Pistone (Modo), fuggono da una guerra scoppiata sul loro pianeta natio, Marte. Terminano il loro viaggio precipitando sulla Terra nella città di Chicago, dove fanno la conoscenza di un'affascinante e attiva ragazza che svolge il lavoro di meccanico, Charlene "Charley" Davidson e scoprono che i plutarchiani sono sbarcati sulla Terra per impadronirsi delle sue risorse naturali.

Gli abitanti di Plutarco sono alieni umanoidi puzzolenti e simili ai pesci che, avendo esaurito le proprie risorse naturali, stanno rubando quelle di altri pianeti: essi sono i responsabili dell'enorme devastazione su Marte, che ha portato alla alla distruzione della flora e della fauna del pianeta e allo sterminio dei topi che lo abitano, e sono i medesimi che hanno abbattuto la nave spaziale dei Biker Mice conducendoli sulla Terra.

I Biker Mice scoprono che il maggior imprenditore industriale di Chicago, Lawrence Limburger, è lui stesso un plutarchiano il quale, camuffato da umano, riscuote già successo fra i cittadini, e che mirava a comprare anche il garage di Charley (si scoprirà che gli interessa perché situato su un punto geologico dal quale il Plutarchiano potrebbe abbattere facilmente la città). Limburger gode dell'aiuto di malvagi come il sadico scienziato pazzo Dr. Carbonchio e il suo aiutante Morchia, che cercano di rubare alla Terra le proprie risorse naturali per mandarle su Plutarco. Fortunatamente, i loro piani vengono puntualmente sventati dai Biker Mice, che si sono stabiliti sulla Terra e con l'aiuto di Charley cominciano a contrastare il plutarchiano, i mercenari che questo chiama per fermare i tre marziani, ed anche i teppisti locali.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Sterzo (Throttle) Rob Paulsen Vittorio Battarra
Turbo (Vinnie) Ian Ziering Saverio Garbarino
Pistone (Modo) Dorian Harewood Gioacchino Maniscalco
Charlene "Charley" Davidson Leeza Miller-McGee Paola Del Bosco
Lawrence Limburger W. Morgan Sheppard Mimmo Palmara
Dottor Carbonchio (Dr. Karbunkle) Susan Silo Luca Ernesto Mellina
Morchia (Greasepit) Brad Garrett Toni Orlandi
Fred il mutante Rob Paulsen Nino Scardina
Presidente Camembert Jeff Bennett Luca Ernesto Mellina

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Biker Mice da Marte.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Biker Mice from Mars.

Nel 2006 sono stati realizzati 28 episodi di una nuova serie del cartone, le cui avventure non sono un remake ma una continuazione della storia.[1]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 il cartone è stato trasposto in un videogioco per Super Nintendo chiamato Biker Mice from Mars e prodotto dalla Konami[2], che consisteva in una serie di corse motociclistiche. Nella versione europea vi sono numerosi riferimenti alle barrette Snickers, lo sponsor del gioco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IMDB: Biker Mice from Mars (2006), su imdb.com. URL consultato il 13 gennaio 2008.
  2. ^ MobyGames: Biker Mice from Mars for SNES, su mobygames.com. URL consultato il 13-01-2008.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione