Benedetto Micheli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Benedetto Micheli (Roma, 1699Roma, 1784) è stato un musicista, librettista e poeta italiano, autore di componimenti in dialetto romanesco con lo pseudonimo di Jachella de la Lenzara.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Benedetto Micheli è stato autore del poema eroicomico in dialetto romanesco La Libbertà Romana acquistata e defesa e di numerosi sonetti di argomento classico, molti dei quali offrono il destro alla satira sui costumi e sui personaggi della Roma del Settecento.

In campo musicale Micheli è considerato uno dei padri dell'intermezzo la cui importanza, nella storia dell'Opera lirica, risiede nella contrapposizione all'opera seria settecentesca, per il tono più realistico nel periodo di origine dell'opera buffa.

Opere (non esaustive)[modifica | modifica wikitesto]

Letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Benedetto Micheli, Sonetti romaneschi (1750-1767), editi a cura di Enrico Celani, Roma: Tip. dell'Istituto Gould, 1889
  • Benedetto Micheli, La libberta romana acquistata e defesa: povema eroicomico, in dialetto romanesco del sec. XVIII. Introduzione, testo con note, rimario, indici e glossario a cura di Rossella Incarbone Giornetti, Ripr. facs. dell'ed. del 1765, Roma: A. S., 1991. "Collana Altri Luoghi"; ISBN 88-85149-02-2.
  • Benedetto Micheli, Povesie in lengua romanesca, edizione critica a cura di Claudio Costa, Roma: Edizioni dell'Oleandro, 1999

Composizioni musicali[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Marchese di Spartivento, ovvero il cabalista ne sa men del caso, Farsetta per Musica di Benedetto Micheli su libretto di Pietro Auletta; al.comp.: Benedetto Micheli
  • Sorgi dall'onde fuora Romano illustre Fiume, Componimento per musica da cantarsi nella festa de' SS. Pietro e Paolo apostoli, dopo esser stato presentato a nome di sua maesta c.a e c.ca il solito censo e chinea per il regno di Napoli alla santità di N. S. Clemente XII sommo pontefice l'anno 1734 dall'eccellentissimo [...] Scipione Publicola S. Croce barone e prencipe romano [...] ed ambasciador cesareo straordinario per la presentazione del detto censo e chinea, nella piazza avanti il palazzo dell'ecc. sua con solenne apparato. Musica del sig. Benedetto Micheli romano, in Roma: Nella Stamperia del Komarek, 1726
  • Componimento da cantarsi nel giorno dell'eccelsissimonome della Sacra Cesarea Cattolica Real Maestà dell'imperatrice Elisabetta Christina per comando dell'eminentissimo, e reverendissimo signore il signor cardinale Alvaro Cienfuegos, poesia di Silvio Stampiglia, Musica di Benedetto Micheli romano, In Roma: nella stamperia del Komarek al Corso in Piazza di Sciarra, 1722.
  • Il Tigrane, ovvero La virtù trionfante dell'amore e dell'odio, musica di Benedetto Micheli, (1724)
  • Don Frullone marchese di Lupino, intermezzi da recitarsi nel Teatro alla Torre Argentina nel carnevale dell'anno 1737. Musica del sig. Benedetto Micheli romano, Carnevale Teatro Argentina Roma, (1737)
  • Componimento da cantarsi nel giorno del glorioso nome della Sacra Cesarea Cattolica Real Maesta dell'imperadrice Elisabetta Cristina per comandamento dell'eminentissimo e reverendissimo signore il signor cardinale Alvaro Cienfuegos, parole di Gian Bernardino Pontici fra gl'Arcadi Solimbo Badio, Musica di Benedetto Micheli romano

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rossella Incarbone Giornetti (a cura di), Introduzione, testo con note, rimario, indici e glossario a La libberta romana acquistata e defesa, povema eroicomico in dialetto romanesco del sec. XVIII di Benedetto Micheli, Roma: A. S., 1991
  • Claudio Costa, Un intermezzo per musica con parti in romanesco attribuibile a Benedetto Micheli", in Studi romani, XLIII, 1995.
  • Italo Michele Battafarano, Benedetto Micheli in Germania, Conferenza tenuta al congresso Di mio libro e musica: Benedetto Micheli (1699-1784), musicista, librettista e poeta romanesco del Settecento, Centro Studi Giuseppe Gioachino Belli, Roma, 17-18 dicembre 1999.
  • Rossella Incarbone Giornetti, Testi dialettali sconosciuti e inediti di Iachella de la Lenzara e un sonetto del cardinale Neri Corsini, in Il Belli, II, 2000.
  • Rossella Incarbone Giornetti, Benedetto Micheli e Carl Ludwig Fernow, in Studi Romani, XLIX, 2001.
  • Emanuela Satta, Concordanze di Benedetto Micheli e altri romaneschi del Settecento, Libreria Nuova Cultura, Roma, 2008.
  • Rosangela Zoppi, Roma: la memoria delle strade, ed. Cofine, Roma, 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN30401370 · LCCN: (ENno2007048120 · ISNI: (EN0000 0000 4609 1607 · GND: (DE121767787 · BNF: (FRcb16596149s (data) · BAV: ADV12242825 · CERL: cnp00442046