Baffo (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stemma dei Baffo
Baffo.png
Blasonatura
Club di Tano baffazzo marito di Maryryta'.

I Baffo furono una nobile casata veneziana ascritta al patriziato.

Originari di Cipro (più precisamente di Pafo), passarono prima a Parma, poi a Mestre e infine a Venezia nell'827.

Si distinsero particolarmente per i loro favori nei confronti del clero: ad esempio, eressero la chiesa di San Secondo, sull'omonima isola, e la Chiesa della Maddalena. La tradizione afferma che, nei pressi di quest'ultima, sorgesse un loro fortilizio.

Riguardo alla loro iscrizione nel Libro d'Oro, secondo alcuni[1] erano già presenti nel Maggior Consiglio già prima della Serrata del 1297. La discendenza di questo casato sarebbe già documentata sin dal XII secolo; secondo altri[2] sarebbero stati creati patrizi nel 1310 assieme a quei nobili distintisi durante la Guerra con Genova o la congiura del Tiepolo.

Con il noto poeta vernacolo Giorgio Baffo, che, sposata Cecilia Sagredo, ebbe una sola figlia, la famiglia si estinse.

Membri illustri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. A. Capellari Vivaro, Il campidoglio veneto.
  2. ^ A. Da Mosto, L'Archivio di Stato di Venezia. Indice generale, storico, descrittivo ed analitico, Biblioteca d'Arte editrice, Roma, 1937.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Tassini, Curiosità Veneziane, note integrative e revisione a cura di Marina Crivellari Bizio, Franco Filippi, Andrea Perego, Venezia, Filippi Editore, 2009 [1863].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia di famiglia