Venier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando personaggi con lo stesso cognome, vedi Venier (disambigua).
Heraldic Crown of Spanish Count.svg
Venier
Coa fam ITA arnuzzi2.jpg
Fasciato di rosso e di argento
Statobandiera Repubblica di Venezia
Titoli
Data di fondazioneXI secolo
EtniaVeneta

I Venier furono una famiglia patrizia di Venezia.

È una delle casate più antiche della città: alcune tradizioni la ritengono originaria di Vicenza[1], altre addirittura dalla gens Aurelia e dell'imperatore Valeriano[2][3]. Certo è che la presenza dei Venier è documentata solo dall'XI secolo. Dopo la Quarta Crociata ottennero la signoria di Cerigo e Paro e, con i Martinengo e i Lion, i castelli di Zemonico e di Sanguinetto[4].

Sebbene un ramo trasferitosi a Candia avesse partecipato alla rivolta antiveneziana dell'isola, i Venier di Venezia rimasero sempre fedeli alla Serenissima ed ebbero ruoli di primo piano nella vita politica (diedero tre dogi). Altri divennero personalità del mondo culturale[4].

Sarebbero i costruttori della chiesa di San Zan Degolà[1][2].

Membri illustri[modifica | modifica wikitesto]

Nurbanu - żona Selima ii

Palazzi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b John Temple-Leader, Libro dei nobili veneti ora per la prima volta messo in luce, Firenze, Tipografia delle Murate, 1866, pp. 86-87.
  2. ^ a b Giuseppe Tassini, Curiosità Veneziane vol. 2, note integrative e revisione a cura di Marina Crivellari Bizio, Franco Filippi, Andrea Perego, Venezia, Filippi Editore, 2009 [1863], ISBN 978-88-6495-063-1.
  3. ^ [1]
  4. ^ a b Venier, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. Modifica su Wikidata

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]