Bad Kissingen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bad Kissingen
comune
Bad Kissingen – Stemma
Localizzazione
Stato Germania Germania
Land Flag of Bavaria (striped).svg Baviera
Distretto Unterfranken Wappen.svg Bassa Franconia
Circondario Bad Kissingen
Territorio
Coordinate 50°12′N 10°04′E / 50.2°N 10.066667°E50.2; 10.066667 (Bad Kissingen)Coordinate: 50°12′N 10°04′E / 50.2°N 10.066667°E50.2; 10.066667 (Bad Kissingen)
Altitudine 220 m s.l.m.
Superficie 69,42 km²
Abitanti 24 218 (2006-12-31)
Densità 348,86 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 97688
Prefisso 0971
Fuso orario UTC+1
Codice Destatis 09 6 72 114
Targa KG
Cartografia
Mappa di localizzazione: Germania
Bad Kissingen
Bad Kissingen
Sito istituzionale

Bad Kissingen è un comune tedesco di 24.218 abitanti, situato nel land della Baviera. È bagnato dalla Saale di Franconia, un affluente del Meno. Kissingen è una città nota per gli effetti curativi delle acque termali. Questa città è di fama mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Bad Kissingen è menzionato per la prima volta nel 801 con il nome di Chizzicha, ed è diventato famoso per le sue sorgenti minerali, attestate dal 823. Nel 1279 Kissingen è menzionato come "oppidum" (città). Dal XVI secolo Kissingen si trovava reputazione come spa. Il 10 luglio 1866 la città è stata sito di una battaglia tra le truppe prussiane e bavarese, durante la guerra austro-prussiana del 1866. La battaglia si è conclusa con la vittoria della Prussia. Nel XIX secolo, Kissingen è diventato un luogo alla moda in cui sovrani europei si sono trovati includerà l'imperatrice Elisabetta d'Austria (Sisi), lo zar Alessandro II e il re Ludwig II di Baviera, che ha rinominato nel 1883 Kissingen a "Bad Kissingen". Scrittori (Lev Tolstoj), compositori (Gioachino Rossini) e artisti (Adolph von Menzel) sono stati anche tra gli ospiti illustri. Il Cancelliere tedesco Otto von Bismarck ha visitato molte volte le terme di Kissingen e nel 1874 nel corso del "Kulturkampf" ha sopravvissuto un tentativo di assassinio del cattolico Eduard Kullmann. Nel 1877 è stato scritto la dettatura di Kissingen (tedesco: "Kissinger Diktat"), in cui Bismarck ha spiegato i principi della sua politica estera. L'ex casa di Bismarck a Kissingen è ora il Museo Bismarck. Nel giugno 1911 il Ministro degli Esteri tedesco, Alfred von Kiderlen-Waechter, e l'ambasciatore francese Jules Cambon avevano negoziato a Bad Kissingen sul Marocco senza trovare una soluzione. Il fallimento dei negoziati porta alla Crisi di Agadir.[1]

Nel 2015 ci sono stati oltre 246 000 visitatori che hanno soggiornato più di 1,5 milioni di notti[2].

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi più importanti:

  • Ogni inverno si svolge un evento chiamato "Kissinger Winterzauber"
  • Il "Kissinger Sommer" che si svolge in estate è un festival de la musica classica
  • Alla fine di luglio si svolge il fisso "Rakoczy Fest"

Cosa visitare[modifica | modifica wikitesto]

  • Il giardino spa ("Kurgarten") con i portici ("Arkadenbau") di Friedrich von Gärtner e la sala passeggiate ("Wandelhalle") di Max Littmann (1838-1913).
  • Il teatro (Kurtheater), anche di Max Littmann (inaugurato nel 1905)
  • Il "Regentenbau" di Max Littmann, sala da concerto, inaugurato nel 1913
  • Museo Bismarck
  • le terme

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Città gemellate con Bad Kissingen:

  • Massa (Italia)
  • Eisenstandt (Austria)
  • Vernon (Francia)

Riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Thomas Ahnert, Peter Weidisch: 1200 Jahre Bad Kissingen, 801-2001, Facetten einer Stadtgeschichte, Bad Kissingen 2001, (ISBN 3-929278-16-2)
  2. ^ https://www.statistik.bayern.de/statistikkommunal/09672114.pdf

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN153616607 · LCCN: (ENn81090717 · GND: (DE4030875-3
Germania Portale Germania: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Germania