Ayako Moriya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ayako
絢子女王
Princess Ayako cropped 1 Janice Varzari and Princess Ayako 201707 2.jpg
La principessa all'Università di Lethbridge nel luglio 2017.
Principessa Ayako di Takamado
Stemma
In carica 15 settembre 1990 –
29 ottobre 2018
Nascita Ospedale Aiiku, Minato, Tokyo, 15 settembre 1990
Dinastia Dinastia Imperiale del Giappone
Padre Norihito, principe Takamado
Madre Hisako, principessa Takamado
Religione Shintoismo

Ayako Moriya (in giapponese: 守谷 絢子 Moriya Ayako), nata Principessa Ayako di Takamado (in giapponese: 絢子女王 Ayako Joō), (Tokyo, 15 settembre 1990), è la terza figlia di Norihito, principe Takamado e di sua moglie Hisako.[1][2]

Il 29 ottobre 2018 si è sposata con Kei Moriya, un cittadino comune. Di conseguenza, ha perso il suo titolo imperiale e lasciato la famiglia imperiale del Giappone come richiesto dalla legge.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ayako di Takamado è nata a Tokyo il 15 settembre 1990 ed è il primo membro della famiglia imperiale ad essere nato nel periodo Heisei, ovvero nel regno dell'imperatore Akihito.

Educazione[modifica | modifica wikitesto]

La principessa alle celebrazioni del nuovo anno il 2 gennaio 2011.

La principessa Ayako ha frequentato le scuole elementari, medie e superiori all'istituto Gakushūin. Nel 2007, mentre studiava nella scuola superiore femminile, ha visitato la Nuova Zelanda in un programma sponsorizzato dalla famiglia. Nell'aprile del 2009, si è iscritta nella facoltà di studi dei lavori sociali dell'Università Internazionale Josai.[3][4]

Nel 2010 e nel 2011 la principessa ha fatto due brevi visite al Camosun College di Victoria, in Canada, come parte del tour di scambio del suo ateneo. Nel marzo del 2013, si è laureata ed è stata accettata nella scuola di specializzazione. Nel settembre successivo, è tornata al Camosun College per iniziare gli studi intensivi di inglese. Ha completato i suoi studi presso nell'aprile del 2015. Ha poi trascorso del tempo presso l'Università della Columbia Britannica, prima di tornare in Giappone nel mese di agosto successivo.

Il 16 marzo 2016, ha conseguito un master in benessere sociale presso l'Università Internazionale Josai. Attualmente è una ricercatrice presso l'Università Internazionale Josai nella facoltà di studi dei lavori sociali.[5][6]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 agosto 2018 si è ufficialmente fidanzata con Kei Moriya, uomo d'affari che lavora per la società di navigazione Nippon Yusen.[5][7]

Il matrimonio è stato celebrato con rito shintoista il 29 ottobre 2018 nel Santuario Meiji.[8][9] Il 31 ottobre ha avuto luogo il banchetto di nozze ufficiale presso l'Hotel New Otani di Tokyo, a cui hanno partecipato anche i membri della famiglia imperiale.[10] Il governo ha deciso di concedere alla coppia un unico assegno di 107 000 000 di yen (840 000 euro circa).[10][11]

Dopo il matrimonio, la principessa Ayako ha perso il suo status imperiale. Questo cambiamento viene prescritto dalla legge della casa imperiale del 1947, che richiede alle femmine della famiglia imperiale di abbandonare il loro titolo di nascita, l'adesione ufficiale alla famiglia imperiale e l'indennità da parte dello Stato con il matrimonio con un uomo comune. Per la prima volta le è stato concesso di mantenere dei privilegi imperiali e continuare a rappresentare come "patrono onorario" la Canada-Japan Society e la Japan Sea Cadet Federation, due presidenze ereditate dalla madre Hisako.[10] L'agenzia ufficiale della famiglia imperiale giapponese ha smentito di aver contribuito attivamente a questa scelta e la giustifica come "accordi tra la principessa e le due organizzazioni".[12]

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

  • 15 settembre 1990 . 29 ottobre 2018: Sua Altezza Imperiale la principessa Ayako di Takamado
  • dal 29 ottobre 2018: Mrs. Kei Moriya

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama di II Classe dell'Ordine della Corona Preziosa - nastrino per uniforme ordinaria Dama di II Classe dell'Ordine della Corona Preziosa

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Royal Imperial Highness Princess Takamado Hisa, su 日本から、Moshi-moshi!, 25 novembre 2006. URL consultato il 17 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Her Imperial Highness Princess Takamado and her family, su The Imperial Household Agency. URL consultato il 17 agosto 2018.
  3. ^ (EN) Which schools are good enough for Japan’s imperial family?, in EDUCATION IN JAPAN COMMUNITY Blog, 29 gennaio 2010. URL consultato il 17 agosto 2018.
  4. ^ http://www.yomiuri.co.jp/dy/national/20100129TDY03103.htm[collegamento interrotto]
  5. ^ a b (EN) Princess Hisako's daughter Ayako to get engaged to businessman, in Mainichi Daily News, 26 giugno 2018. URL consultato il 17 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2018).
  6. ^ (EN) Her Imperial Highness Princess Takamado and her family, su The Imperial Household Agency. URL consultato il 17 agosto 2018.
  7. ^ Come in una favola: la principessa Ayako sposa un cittadino comune (e rinuncia al titolo nobiliare), in L’Huffington Post, 27 giugno 2018. URL consultato il 17 agosto 2018.
  8. ^ La principessa si sposa con il borghese Kei e rinuncia al titolo, in repubblica.it, 29 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  9. ^ Ayako e le altre, quando una principessa rinuncia al titolo per amore, in repubblica.it, 29 ottobre 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  10. ^ a b c Enrica Roddolo, La principessa Ayako e le nozze «normali»: così cambia il Giappone, in Corriere della Sera, 30 ottobre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  11. ^ Roberta Mercuri, La principessa Ayako ha detto sì, «piena di gioia», in VanityFair.it, 29 ottobre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  12. ^ (EN) Japan’s Princess Ayako to retain honorary positions at two organizations after marriage, in The Japan Times Online, 26 ottobre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie