Atletica leggera ai Giochi della I Olimpiade - 1500 metri piani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
1500 metri piani
Atene 1896
Informazioni generali
Luogo Stadio Panathinaiko
Periodo 7 aprile
Partecipanti 8 da 5 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Edwin Flack Australia Australia
Medaglia d'argento Arthur Blake Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Albin Lermusiaux Francia Francia
Edizione precedente e successiva
Prima edizione Parigi 1900
Atletica leggera ai
Giochi di Atene 1896
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini  
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
Maratona uomini
Corsa ad ostacoli
110 m ostacoli uomini
Concorsi
Salto in alto uomini
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini

La gara dei 1500 metri piani dei giochi della I Olimpiade si tenne il 7 aprile 1896 ad Atene, nello Stadio Panathinaiko, in occasione dei primi Giochi olimpici dell'era moderna. Vi parteciparono otto atleti provenienti da cinque nazioni.

I 1500 metri sono nati dall'esigenza di trovare una distanza metrica corrispondente al miglio (pari a 1609 metri), gara molto popolare nel mondo anglosassone. I migliori specialisti corrono la distanza in meno di 4'20”0. Nel 1895 la migliore prestazione appartiene a Thomas Conneff (4'15”6), assente alla manifestazione. Sui 1500 metri la migliore prestazione mondiale del 1895, è 4'18"4, del francese Albin Lermusiaux.

La gara[modifica | modifica wikitesto]

I 1500 m sono l'ultima gara del 7 aprile; vengono disputati in una finale diretta, con otto atleti.

Data la lunghezza della pista, gli atleti devono percorrere poco meno di 5 giri.
Il gruppo compatto percorre il primo giro in 52”2, poi i greci si staccano e rimangono indietro. Prende la testa il francese Albin Lermusiaux, che nel giro successivo viene ripreso dall'australiano Edwin Flack. I primi 1100 sono stati percorsi in 3'25”2.
All'ultimo giro il francese scatta per primo e supera l'avversario.
Prima del rettifilo finale viene ripreso e superato da Flack; rinviene lo statunitense Blake, il favorito della vigilia, che supera Lermusiaux e conduce un testa a testa con Flack. L'australiano mantiene la posizione e vince con un vantaggio stimato in 2-10 metri[1].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Viene reso pubblico solo il tempo del vincitore. I tempi degli altri concorrenti non sono ufficiali (estimated, abbreviato in "e").

Pos. Paese Atleta Età Tempo
Oro Australia Australia Edwin Flack 22 4'33"2 Record olimpico
Argento Stati Uniti Stati Uniti Arthur Blake 23 4'34"0e
Bronzo Francia Francia Albin Lermusiaux 21 4'36"0e
4 Germania Germania Carl Galle 23 4'39"0e
5 Grecia Grecia Angelos Fetsis 17 n/d
6 Grecia Grecia Dimitrios Golemis 21 n/d
7 Grecia Grecia Konstantinos Karakatsanis 18 n/d
Grecia Grecia Dimitrios Tomprof n/d

Edwin Flack si ripeterà anche sugli 800 metri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mallon-Widlund, p. 68

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Lampros, S.P.; Polites, N.G.; De Coubertin, Pierre; Philemon, P.J.; & Anninos, C., The Olympic Games: BC 776 – AD 1896, Athens, Charles Beck, 1897. (AAFLA.org)
  • Mallon, Bill; & Widlund, Ture, The 1896 Olympic Games. Results for All Competitors in All Events, with Commentary, Jefferson, McFarland, 1998, ISBN 0-7864-0379-9. (AAFLA.org)
  • Smith, Michael Llewellyn, Olympics in Athens 1896. The Invention of the Modern Olympic Games, London, Profile Books, 2004, ISBN 1-86197-342-X.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]