Asuka (Giappone)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Asuka (Nara))
Jump to navigation Jump to search
Asuka
villaggio
明日香村
Asuka – Stemma Asuka – Bandiera
Asuka – Veduta
Localizzazione
StatoGiappone Giappone
RegioneKansai
PrefetturaFlag of Nara Prefecture.svg Nara
SottoprefetturaNon presente
DistrettoTakaichi
Territorio
Coordinate34°28′N 135°49′E / 34.466667°N 135.816667°E34.466667; 135.816667 (Asuka)Coordinate: 34°28′N 135°49′E / 34.466667°N 135.816667°E34.466667; 135.816667 (Asuka)
Superficie24,08 km²
Abitanti6 035 (29 febbraio 2012)
Densità250,62 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+9
Cartografia
Mappa di localizzazione: Giappone
Asuka
Asuka
Asuka – Mappa
posizione nella prefettura
Sito istituzionale

Asuka (明日香村 Asuka-mura?) è un villaggio ( mura o anche son?) del distretto di Takaichi, nella prefettura di Nara, in Giappone.

Al 29 febbraio 2012, il villaggio aveva una popolazione stimata di 6.035 abitanti e si estende su un'area di 24,08 km².

In questa zona sorgevano i palazzi dei sovrani di Asuka-kyō (飛鳥京?), che fu l'antica capitale imperiale a partire dal 485 d.C. fino al 694, durante i periodi della storia giapponese conosciuti come Kofun e Asuka.

Asuka può essere raggiunta con i treni della linea Kintetsu Yoshino dalle stazioni di Okadera o di Asuka, o con quelli delle linee Kintetsu Kashihara, Kintetsu Minami-Osaka e Kintetsu Yoshino alla stazione di Kashiharajingū-mae di Kashihara. In auto vi si arriva percorrendo l'autostrada nazionale nr. 169, che collega Kyoto con Nara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Periodo Asuka e Asuka-kyō.

Asuka conserva parte delle rovine dei palazzi imperiali ed è una meta turistica. Il villaggio attuale è stato istituito nel 1956 con la fusione dei precedenti villaggi di Sakaai, Takechi ed Asuka (飛鳥村).

Nel 1966, Asuka fu proclamata "città storica", al pari di Kyoto, Nara e Kamakura. La legge relativa a questo status pone restrizioni alla costruzione nuovi edifici al fine di preservare i siti storici. Gli abitanti del luogo hanno dovuto rinunciare a costruire palazzi moderni, ma la legge Asuka del 1980 ha loro garantito sovvenzioni per contribuire a mantenere inalterato il paesaggio. Nel 1994 è terminata la costruzione del parco storico nazionale di Asuka, iniziata nel 1967.

Nel 1972, è stata rinvenuta una parete dipinta a murales nella tomba Takamatsuzuka, risalente al tardo periodo Asuka.

Megaliti e kofun di Asuka[modifica | modifica wikitesto]

In diverse parti di Asuka sono venute alla luce megaliti di granito scolpite con bassorilievi. Il maggiore è quello denominato Masuda no Iwafune, di 11 metri x 7 ed alto 4,7. Le origini di tali pietre sono misteriose.[1][2]

Vi sono anche diversi kofun, tipici tumuli antichi giapponesi in pietra, tra i quali il kofun Ishibutai, costruito con giganteschi massi, uno dei quali pesa 75 tonnellate. Si ritiene sia la tomba del potente statista Soga no Umako.[3]

Municipalità limitrofe[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Astronomy Among Ancient Tombs and Relics in Asuka, Japan, su archive.is.
  2. ^ (EN) Megaliti giapponesi, su megalithic.co.uk.
  3. ^ (EN) Ishibutai Kofun, su asukanet.gr.jp.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN124370031 · LCCN (ENn83034433 · NDL (ENJA00366172 · WorldCat Identities (ENlccn-n83034433
Giappone Portale Giappone: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Giappone