Arturo Aly Belfàdel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arturo Aly Belfàdel (Petralia Sottana, 4 luglio 1872Mirano, 6 luglio 1945) è stato un glottologo ed esperantista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Arturo Aly Belfàdel nacque a Petralia Sottana e si trasferì giovanissimo in Piemonte. Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia conseguita all'Università di Torino, partecipò alla prima guerra mondiale come direttore degli ospedali da campo di Casale e di Santa Maria di Sala. Divenne medico condotto, dapprima a Caluso e poi a Monastero Bormida. Qui si sposò con Luigia Piola, figlia di un suo collega di Vesime. Trasferitosi in Veneto, morì a Mirano in un incidente stradale.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Aly Belfàdel era un ricercatore molto eclettico: parlava correntemente sei lingue e fu attivo fautore dell'esperanto, si interessò di storia, studiò le parlate locali e compì ricerche mediche.
A 62 anni ottenne la seconda laurea, in lettere, a Venezia, con una tesi sul sanscrito.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Grammatica magiara, con esercizi e vocabolarietto, U. Hoepli, 1930
  • Grammatica piemontese, R. Mariano, 1933
  • Cronache di Vesime durante il periodo napoleonico (1790-1814), Società di Storia Arte e Archeologia per la Provincia di Alessandria, 1933

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Le sue opere, da Google books

Controllo di autorità VIAF: (EN89242912 · ISNI: (EN0000 0000 6278 3486 · BNF: (FRcb111936430 (data) · BAV: ADV10979704