Arsenogoyazite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arsenogoyazite
Classificazione Strunz (ed. 10)8.BL.10[1]
Formula chimicaSrAl3(AsO3,5(OH)0,5)2(OH)6[2]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinotrigonale[3]
Parametri di cellaa=7,10 Å, c=17,16 Å, Z=3[3]
Gruppo puntuale3 2/m
Gruppo spazialeR 3m[1][3]
Proprietà fisiche
Densità misurata3,35(5)[3] g/cm³
Densità calcolata3,33[3] g/cm³
Durezza (Mohs)4[3]
Sfaldaturaassente[3]
Fratturaconcoide[3]
Colorebianco, giallastro da verde pallido a verde grigiastro[3]
Lucentezzavitrea[3]
Opacitàtraslucida[3]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La arsenogoyazite è un minerale appartenente al gruppo della dussertite descritto nel 1984 in seguito ad un ritrovamento avvenuto nella miniera di Clara nei pressi di Oberwolfach nella regione della Foresta Nera in Germania ed approvato dall'IMA.[3]

Il nome è stato attribuito in quanto è analoga alla goyazite con l'arsenico al posto del fosforo.[3]

L'arsenogoyazite è analoga alla philipsbornite con lo stronzio al posto del piombo ed analoga all'arsenocrandallite con lo stronzio al posto del calcio.[1]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

L'arsenogoyazite è stata scoperta sotto forma di incrostazioni di aspetto reniforme che presentano facce cristalline indistinte di aspetto romboidale.[3]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

L'arsenogoyazite è stata trovata su quarzo e barite associata a malachite, brochantite, olivenite, bariopharmacosiderite e weilerite.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Arsenogoyazite mineral information and data - mindat.org, su mindat.org. URL consultato il 7 agosto 2013.
  2. ^ (EN) P. Bayliss, Kolitsch U., Nickel E. H., Pring A., Alunite supergroup: recommended nomenclature (PDF), in Mineralogical Magazine, vol. 74, nº 5, ottobre 2010, pp. 919–927. URL consultato il 7 agosto 2013.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o (EN) F. C. Hawthorne, Dunn P. J., Grice J. D., Puziewicz J., Shigley J. E., New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 71, 1986, pp. 845-847. URL consultato il 7 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia