Area marina protetta Cinque Terre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°06′45″N 9°41′07.8″E / 44.1125°N 9.6855°E44.1125; 9.6855

Area naturale marina protetta Cinque Terre
Tipo di area Area marina protetta
Codice EUAP EUAP0948
Class. internaz. Sito di interesse comunitario
Stati Italia Italia
Regioni Liguria Liguria
Province La Spezia La Spezia
Comuni La Spezia, Levanto, Monterosso al Mare, Riomaggiore, Vernazza
Superficie a mare 4.591[1] ha
Provvedimenti istitutivi D.M. 12.12.97 - D.P.R. P.N. Cinque Terre del 06-10-1999 - D.M. 09.11.2004 (G.U. n.24 del 31.01.2005), Decreto 20.07.2011 (G.U. n.266 del 15.11.2011)
Gestore Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre
Aera marina cinque terre.jpg
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

L'Area naturale marina protetta Cinque Terre è stata istituita con decreto del Ministero dell'Ambiente il 12 dicembre 1997[1][2] nell'area marina compresa tra Punta Mesco a ovest e Punta di Montenero a est, di fronte al Parco nazionale delle Cinque Terre.

Nel 2011, con Decreto 20 luglio 2011 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.266 del 15 novembre 2011, è approvata una nuova perimetrazione dell'area marina protetta.[3]

Subacquea[modifica | modifica wikitesto]

La riserva riveste un grande interesse per la subacquea, con alcuni punti di immersione di interesse naturalistico.

Alcuni punti di immersione sono:

  • la Via dell'Amore
    Ci si immerge sul cappello della secca da circa 15 metri di profondità, su fondale detritico fino ai 18 metri, per poi scendere fino ai 32, a fianco di una parete rocciosa ricca di aragoste e gorgonie[4].
  • il Panettone
    In corrispondenza della Punta di Montenero si parte da un fondale detritico a 9 metri di profondità per poi scendere fino ad un pinnacolo ricco di gorgonie. Dopo di questo si incontra la secca, dai 35 ai 25 metri di profondità, ricca di aragoste, saraghi e gorgonie[5].
  • la franata di Corniglia
    Di fronte a Corniglia si scende fino ad una profondità massima di 18 metri, accessibile quindi a qualsiasi tipologia di brevetto. Qui si trovano murene, gronghi, aragoste e re di triglie, numerose donzelle e bei esemplari di Pinna nobilis[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  2. ^ Istituzione dell'area naturale marina protetta denominata "Cinque Terre" Archiviato il 1º dicembre 2008, in Internet Archive.
  3. ^ DECRETO 20 luglio 2011, Gazzetta n. 266 del 15 novembre 2011 recante Aggiornamento dell'area marina protetta «Cinque Terre».
  4. ^ Le 5 terre : la via dell'amore
  5. ^ Le 5 terre : il panettone
  6. ^ Le 5 terre : la franata di Corniglia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]