Arcazia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Arcazia (in greco antico: Ἀρκαθίας, Arkathías; ... – 86 a.C. circa) è stato un principe di stirpe persiana e greco-macedone, figlio di Mitridate VI e Laodice.[1]

Fu attivo durante la prima guerra mitridatica contro Silla, a capo di un contingente bellico di circa 10 000 cavalieri dall'Armenia Minore, alleandosi ad Archelao e Neottolemo, generali al servizio del padre Mitridate VI, e a Dorilao e Cratero.

Secondo Strabone prese parte attiva nella battaglia del fiume Amnia nella Paflagonia (odierno fiume Gök in Turchia), in cui Nicomede IV di Bitinia venne sconfitto.[2]

Due anni dopo, nell'anno 87 a.C., invase la Macedonia con un altro esercito alleato al generale chiamato Tassila, annientando le legioni di Senzio o in ogni caso scacciandole con successo dalla Macedonia.[3] Nell'86 a.C. Arcazia aveva completamente conquistato il paese e quindi iniziò la marcia contro i Romani di Silla, morendo però durante il viaggio, presso Tideo (o Potidea o Monte Tiseo).[4][1]

Appiano di Alessandria fa cenno ad una invasione della Macedonia da parte di Arcazia; una volta conquistatala per intero e postala sotto il dominio dei satrapi, procedette verso Silla, ma si ammalò e morì presso il monte Tiseo, in Tessaglia.[5]

Il comandante dell'esercito mandato in Macedonia viene chiamato "Ariarate" da Plutarco,[6] il che fa supporre ad alcuni studiosi che Arcazia potrebbe essere in realtà Ariarate IX di Cappadocia.[7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Adrienne Mayor, The Poison King: The Life and Legend of Mithradates, Rome's Deadliest Enemy, Princeton University Press, 2009, ISBN 978-0-691-15026-0. URL consultato il 7 maggio 2017.
  2. ^ Strabone, Geografia, XII, p. 562.
  3. ^ (EN) Adrian Nicholas Sherwin-White, Roman foreign policy in the East, 168 B.C. to A.D. 1, Duckworth, 1984, pp. 134, ISBN 978-0-7156-1682-6. URL consultato il 18 marzo 2017.
  4. ^ Appiano di Alessandria, Guerre mitridatiche, III, 17-18; V, 35; VI, 41.
  5. ^ Appiano, Guerre mitridatiche, V, 35.
  6. ^ Plutarco, Vita di Pompeo, 37, 1.
  7. ^ Mastrocinque A. (1999), "Studi sulle guerre mitridatiche", Stuttgart 1999.
  8. ^ (EN) David Magie, Roman Rule in Asia Minor, to the End of the Third Century After Christ, vol. 11, Princeton University Press, 1950, pp. 1105. URL consultato il 18 marzo 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti primarie
Fonti secondarie