Antonino Uccello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonino Uccello

Antonino Uccello (Canicattini Bagni, 11 settembre 1922Palazzolo Acreide, 29 ottobre 1979) è stato un antropologo e poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver compiuto gli studi magistrali a Noto, nel 1944 sposò Anna Caligiore. Nel 1947 si trasferì in Lombardia dove insegnò alle scuole elementari della Brianza; fu in questo periodò che Uccello avvertì la necessità di recuperare il patrimonio culturale della Sicilia contadina e rurale, in coincidenza di un intenso flusso migratorio verso le regioni del nord che minacciava di disperdere tale patrimonio di tradizioni e usi e costumi siciliani. Oltre a organizzare mostre d'arte contadina, in Lombardia ebbe l'occasione di frequentare i cenacoli culturali incentrati sulla figura di Elio Vittorini e conoscere personaggi quali Ernesto Treccani, Piero Chiara, Luciano Budigna, Ugo Bernasconi, Tono Zancanaro.

Dopo un periodo di prolifica attività poetica di stampo neorealista con influenze ermetiche, Uccello cominciò a sviluppare un maggiore interessamento verso la ricerca etnoantropologica collaborando con l'Accademia nazionale di Santa Cecilia e il Centro Nazionale Studi Musica Popolare di Roma e maturando una critica influenzata dalla lettura dei Quaderni dal Carcere di Antonio Gramsci. I suoi studi in questo campo furono volti principalmente a una rilettura del Risorgimento visto attraverso l'ottica delle masse popolari siciliane e soprattutto ai diversi aspetti della cultura popolare e contadina.

Nel 1960 Uccello tornò a Palazzolo Acreide, dove nel 1971 inaugurò la famosa Casa-museo che ebbe tra i visitatori tanta gente comune e varie personalità tra le quali Leonardo Sciascia e Renato Guttuso.[1] Chiusa nel 1979, dopo una raccolta di firme voluta dall'ultimo suo editore Beppe Costa la Casa-museo fu acquistata dalla Regione Siciliana nel 1983 e nuovamente allestista per consentirne la fruizione al pubblico. Antonino Uccello morì nel 1979 in seguito a un male incurabile. È sepolto a Canicattini Bagni.

Il regista Vittorio De Seta gli ha dedicato il mediometraggio documentaristico intitolato Dedicato ad Antonino Uccello, diretto nel 2003.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Salvo Guglielmino, L'avventura di un archeologo della memoria (PDF), in La Sicilia, 7 novembre 2009, p. 26. URL consultato il 10-06-2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1958: Edda. 14 frammenti norreni con 14 litografie di G. L. Giovanola
  • 1959: Ernesto Treccani incisore
  • 1968: Variazioni sul nudo
  • 1969: Del Mangiar Siracusano
  • 1972: Paese di Sicilia
  • 1974: Era Sicilia (disco LP)
  • 1976: Canti popolari di carcere e mafia (disco LP)

Raccolta di poesie[modifica | modifica wikitesto]

  • 1940: Tristia
  • 1957: Triale
  • 1957: La Notte d'Ascensione
  • 1962: Poesie d'amore, Poesie brianzole, Racemi
  • 1967: Viola di parasceve. Sequenza in morte di un amico
  • 1967: Sulla porta chiusa
  • 1967: 12 frammenti di un amore
  • 1967: Salmo 1 per il Vietnam
  • 1967: Di Marzo
  • 1968: Janiattini: prosa e poesie (ristampa nel 1980)
  • 1968: 9 Poesie
  • 1972: Paolo Sorrentino
  • 1975: Trittico d'amore

Monografie[modifica | modifica wikitesto]

  • 1959: Canti del Val di Noto: poesia popolare siciliana
  • 1961: Risorgimento e società nei canti popolari siciliani (ried. 1978, Pellicanolibri)
  • 1965: Carcere e mafia nei canti popolari siciliani (ried. 1974)
  • 1968: Pitture su vetro del popolo siciliano
  • 1972: Folklore siciliano nella Casa-museo di Palazzolo Acreide
  • 1973: La civiltà del legno in Sicilia
  • 1976: Pani e dolci di Sicilia
  • 1979: Il Presepe popolare in Sicilia
  • 1980: Bovari-Pecorai-Curatoli. Cultura casearia in Sicilia (postumo)
  • 1980: La casa di Icaro. Memorie dalla Casa-museo di Palazzolo Acreide, Pellicanolibri (postumo)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN71475001 · LCCN: (ENn79046531 · SBN: IT\ICCU\CFIV\020264 · ISNI: (EN0000 0000 8262 1599 · GND: (DE119516977 · BNF: (FRcb12393235r (data)