Anton Domenico Gabbiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anton Domenico Gabbiani (Firenze, 13 febbraio 165222 novembre 1726) è stato un pittore italiano del tardo periodo barocco, attivo soprattutto in Toscana.

A. D. Gabbiani, Autoritratto (Collezione di autoritratti agli Uffizi)

Fu uno dei più esperti pittori attivi nell'ambito dell'Accademia di Firenze nel XVII e XVIII secolo, e la sua opera fu molto apprezzata anche dai Medici. Tra i suoi allievi può essere ricordato il pittore fiorentino Benedetto Luti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gabbiani si formò con Justus Sustermans ed in seguito lavorò nello studio di Vincenzo Dandini. Nel 1673 si trasferì a Roma, dove studiò all'Accademia per artisti fiorentini diretta da Ciro Ferri ed Ercole Ferrata, e poi a Venezia, dove studiò presso Sebastiano Bombelli.

Nel 1680 tornò a Firenze e si dedicò alla realizzazione dei ritratti della corte medicea e a vari affreschi di case e palazzi toscani.

Dopo un breve soggiorno a Venezia, dai primi anni del Settecento intensificò la propria attività dedicandosi prevalentemente a soggetti religiosi.

L'ultima opera è il Banchetto degli Dei dipinto nel soffitto del salone del palazzo Incontri a Firenze, in via dei Pucci. Durante l'esecuzione di quest'ultima opera trovò la morte cadendo da una impalcatura.

Opera di Pacificazione di Cosimo il Vecchio, Villa Medicea di Poggio a Caiano

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le sue opere si trovano nei più importanti cicli decorativi fiorentini dell'epoca, come nel Complesso di San Firenze, nella chiesa di San Frediano in Cestello, nella Villa Medicea di Poggio a Caiano, dove realizzò una grande affresco sul soffitto del salone al primo piano.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dizionario biografico degli italiani, LI, Roma, Istituto dell'Enciclopedia italiana, 1998
  • Ernst Gombrich - Dizionario della Pittura e dei Pittori - Einaudi Editore (1997)
  • Ignazio Enrico Hugford, Notizie Della Vita di Anton Domenico Gabbani, Pittore Eccellentissimo, Firenze, 1772

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46751477 · ISNI (EN0000 0000 6629 9026 · LCCN (ENnr00025540 · GND (DE102484449 · BNF (FRcb10601933w (data) · ULAN (EN500021075 · BAV ADV10149198 · CERL cnp00291230