Ansia da prestazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'ansia da prestazione è un disturbo psicologico che coinvolge il soggetto creando un particolare nervosismo nei momenti che anticipano attività che richiedono o sembrano richiedere una certa performance[1]. Può presentarsi in diverse situazioni, ad esempio sul lavoro, nelle competizioni sportive, in occasione di esami scolastici o nell'attività sessuale.[2]

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Il punto di vista di un debuttante sul palco di uno spettacolo teatrale giovanile

L'ansia da prestazione è dovuta ad avvenimenti remoti o di un passato recente e che influenzano il presente dell'individuo. Il disturbo è comune in soggetti che legano la propria autostima a riconoscimenti esterni, come ad esempio a volte succede agli studenti con i voti ottenuti. Spesso l'ansia provata durante la prova ne compromette il risultato: può in questo caso instaurarsi un circolo vizioso, nel quale l'ansia causa il peggioramento delle prestazioni e il peggioramento delle prestazioni provoca l'aumento dell'ansia.[3]

Ansia da prestazione e celebrità[modifica | modifica wikitesto]

Molti artisti noti soffrono o hanno sofferto di ansia da prestazione, riuscendo però in gran parte dei casi a controllarne gli effetti; tra gli altri si possono ad esempio ricordare Barbra Streisand[4], David Warner[5], Amanda Seyfried [6] e DJ SNAKE[7] .

In alcuni casi attori o cantanti hanno dovuto lottare duramente contro l'ansia. Hugh Grant disse a proposito del film Scrivimi una canzone che recitò in tutte le scene "pieno di lorazepam."[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Pacifico e Giada Fiume, Una bussola per l'ansia: 65 quesiti e 65 risposte per capirla, sconfiggerla e vivere meglio, Milano, FrancoAngeli, 2017, pp. 48.
  2. ^ Italo Conti, Panico! Come smettere di temerlo e riuscire a superarlo, FrancoAngeli, 2013, pp. 21.
  3. ^ AA.VV., La nuova frontiera. Affrontare lo stress liberando la mente e il corpo, Cempis (a cura di), Armando Editore, 2009, pp. 50.
  4. ^ "I Can't Go On!", articolo di Joan Acocella, The New Yorker, 3 agosto 2015
  5. ^ The Vanishing, intervista a David Warner su The Guardian, 5 febbraio 2002.
  6. ^ Mick Berry, Stage fright 40 stars tell you how they beat America's #1 fear, Tucson, See Sharp Press, 2009, ISBN 1884365469.
  7. ^ Perché DJ SNAKE porta sempre gli occhiali da sole?, su djmagitalia.com.
  8. ^ Hugh Grant scared he will never find love, su mirror.co.uk, Daily Mirror, 8 dicembre 2009.