Angelo Cecchelin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Angelo Cecchelin (Trieste, 23 ottobre 1894Torino, 18 giugno 1964) è stato un attore e comico italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni venti diede vita a una compagnia, "La ganga de le macie" in seguito "La Triestinissima", con la quale si esibì fino al 1939. Recitava a Trieste nei teatri "Filodrammatico" e "Regina" e in giro per il Venezia Giulia e l'Istria. Nel 1945 una vera e propria tournée in Italia con la fortunata "Trieste mia". A causa della sua satira inriverente "colleziono' " in carriera ben 86 tra diffide, processi e sospensioni lavorative e durante Ventennio fini' addirittura davanti al Tribunale speciale.

Attivo prevalentemente a teatro, prese parte anche ad alcuni film.

Morì a Torino all'età di 70 anni.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Angelo Cecchelin fu per anni compagno dell'attrice Jole Silvani, conosciuta nel 1929 e rimase legato sino al 1964, anno della sua morte. Nel 1938 dalla loro unione nacque un figlio, Guido.

Ebbe un secondo figlio, Livio, dall'attrice e cantante Lilia Carini.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • 101 macchiette, satire, commenti, ricordi del comico popolare triestino Angelo Cecchelin Trani, 1929
  • Cecchelin racconta, autobiografia pubblicata su Il giornale di Torino dal 26 aprile al 10 maggio 1946
  • L'amor no xe brodo de fasoi: commedia in un atto e L'avocato Strazacavei: commedia filosofico-grottesca in un atto e... diverse botte, a cura di P. Quazzolo, Metauro, 2005

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Duiz Roberto, Sarti Renato. La vita xe un bidon. Storia di Angelo Cecchelin, comico triestino. Baldini Castoldi Dalai, 1995. ISBN 8885989918
  • Livio Grassi. Il teatro di Angelo Cecchelin. Trieste, Edizioni Lint, 1975. ASIN B0000E8MLK

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN67276726 · ISNI (EN0000 0000 4466 1661 · SBN IT\ICCU\VEAV\047580 · LCCN (ENn97053930 · GND (DE119470322 · WorldCat Identities (ENlccn-n97053930