Angelo Achini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fanciulla con rose in mano

Angelo Achini (Milano, 6 marzo 1850Milano, 16 gennaio 1930) è stato un pittore italiano.

Noto anche come Angiolo Achini, è pittore poliedrico per l'utilizzo di varie tecniche come l'acquerello, il colore a olio, l'incisione e la miniatura. Di stile molto affine al caposcuola della Scapigliatura Tranquillo Cremona, ebbe l'opportunità di partecipare a molte mostre, spaziando in tutto l'ambiente italiano[1].

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Studia all'Accademia di Brera, formato da Giuseppe Bertini dove si aggiudica diversi riconoscimenti. Nel 1877 vince il premio Fumagalli per il genere storico, di portata nazionale, con l'opera Arresto di Fra Girolamo Savonarola, presentato l'anno successivo all'Esposizione universale di Parigi. Negli anni ottanta, a seguito dell'incontro con Daniele Ranzoni e Tranquillo Cremona (per il quale realizza due ritratti, Maschera funeraria di Tranquillo Cremona e Tranquillo Cremona sul letto di morte, eseguiti direttamente dal vero), avvicina il suo stile alla Scapigliatura.

Terminati gli studi all'Accademia di Brera, partecipa a numerose mostre su tutto il territorio italiano, come a Torino nel 1878 con Canalazzo a Venezia, a Genova nel 1879 con Turco, a Milano nel 1880 e a Roma nel 1881. I suoi quadri vengono esposti anche in mostre all'estero, come nel 1878 a Monaco di Baviera con Messalina. Diventa espositore abituale alle permanenti di Milano e di Torino e alle Biennali di Venezia[1].

Stile e Opere[modifica | modifica wikitesto]

Adotta uno stile molto simile a quello del pittore Tranquillo Cremona, caposcuola della Scapigliatura, focalizzandosi principalmente su paesaggi, ritratti e temi storici. Oltre alla pittura a olio e all'acquerello, si dedica anche ad altre forme di arte come la miniatura e l'incisione[1].

Fra le sue opere:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L'esposizione di Parigi del 1878 illustrata, Volume secondo, Milano, Edoardo Sonzogno, 1879
  • Luigi Callari, Storia dell'arte contemporanea italiana, Roma, Ermanno Loescher, 1909
  • Giorgio Niccodemi, Tranquillo Cremona e gli artisti lombardi del suo tempo, Milano, Mondadori, 1933
  • Renata Cipriani, Angelo Achini, Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 1, Roma, Istituto dell'Enciclopedia italiana, 1960

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95972863 · ULAN (EN500044450 · WorldCat Identities (ENviaf-95972863