Andrea Gonzaga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri omonimi, vedi Andrea Gonzaga (1539-1586).

Andrea Gonzaga (... – 1686) fu conte di San Paolo.

Ducato di Guastalla
Gonzaga
Coat of arms of the House of Gonzaga-Guastalla.svg

Ferrante II
Cesare II
Ferrante III
Vincenzo
Antonio Ferrante
Giuseppe Maria
Modifica

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu il nono figlio di Ferrante II Gonzaga, duca di Guastalla, e di Vittoria Doria, figlia di Giovanni Andrea I Doria ottavo principe di Melfi.

Comprò dal padre i feudi di Serracapriola, Chieuti e San Paolo nel 1626 e divenne conte di San Paolo.

Si sposò con Laura Crispiano dei marchesi di Fusara, da cui ebbe il figlio Vincenzo futuro duca di Guastalla[1].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Andrea e Laura ebbero sei figli:

  • Giovanni, sposò Ippolita Cavaniglia, figlia di Girolamo marchese di San Marco;
  • Vincenzo (1634 – 1714), duca di Guastalla;
  • Eleonora (? – 1715), badessa del monastero di San Gregorio Armeno a Napoli;
  • Vittoria, monaca benedettina basiliana nel monastero di San Gregorio Armeno a Napoli;
  • Antonia (? – 1711), badessa del monastero di San Gregorio Armeno a Napoli;
  • Faustina, monaca benedettina basiliana nel monastero di San Gregorio Armeno a Napoli.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni
Cesare I Gonzaga Ferrante I Gonzaga  
 
Isabella di Capua  
Ferrante II Gonzaga  
Camilla Borromeo Giberto II Borromeo  
 
Margherita Medici di Marignano  
Andrea Gonzaga  
Gianandrea Doria Giannettino Doria  
 
Ginetta Centurione  
Vittoria Doria  
Zanobia Del Carretto Marcantonio Del Carretto  
 
Giovanna de Leyva  
 

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine militare del Sangue di Gesù Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare del Sangue di Gesù Cristo
— 1608[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "I Crispano"
  2. ^ Stefano Gionta, Il fioretto delle croniche di Mantova, Mantova, 1741.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]