American pale ale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una Sierra Nevada Pale Ale, tipico esempio di un'American pale ale

L'American pale ale (APA) è un tipo di pale ale prodotta negli Stati Uniti a partire dal 1980.[1]

Le pale ale americane sono generalmente prodotte con circa il 5% di alcol per volume (la percentuale si aggira tra il 4.5% e il 6.2%) con consistenti quantità di luppolo americano, tipicamente della varietà denominata Cascade.[2]

Anche se le birre prodotte in America tendono ad usare un lievito più pulito e il malto americano, è in particolare il luppolo americano che distingue una American pale ale dalle birre chiare britanniche o europee.[3]

Lo stile è similare a quello dell'India pale ale (IPA) e le differenze sono poco sostanziali,[4] ciononostante le India pale ale hanno una gradazione alcolica maggiore e la loro luppolatura è effettuata in maniera più intensa.[5]

Lo stile è altresì simile a quello delle amber ale.[6]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Anchor Liberty Ale, una birra al 6% di gradazione alcolica originariamente creata dalla Anchor Brewing Company come prodotto speciale nel 1975 per commemorare la cavalcata notturna di Paul Revere del 1775 che segnò l'inizio della Guerra d'indipendenza americana, fu descritta da Michael Jackson come la prima American ale moderna.[7] Fritz Maytag, il proprietario della Anchor, aveva visitato alcuni birrifici britannici a Londra, nello Yorkshire e a Burton, raccogliendo informazioni sulle famigerate Pale ale. Da queste esperienze prese spunto per preparare la sua versione americana, usando soltanto malto piuttosto che la combinazione di malto e zucchero, la più comune nella produzione di quel periodo storico, facendo inoltre un uso imponente del tipo di luppolo americano denominato Cascade.[7] La birra riscosse un netto successo e divenne un prodotto a distribuzione regolare a partire dal 1983.[7]

Jack McAuliffe della New Albion Brewing Company preparò la sua New Albion Ale nel 1976, ispirandosi alle birre che aveva assaggiato in Scozia.[2] La birra fu (all'epoca) preparata con vigorosa aggiunta del luppolo americano Cascade, rifermentato in bottiglia, non di colore paglierino, ma più scuro: tutte caratteristiche che le popolari birre del tempo, le lager chiare, non possedevano. Nonostante l'azienda produsse per meno di 6 anni solamente 7,5 barili di birra (circa 875 litri) a settimana, ispirò molti altri imitatori nel settore.[8]

Il primo birrificio che commercializzò con successo l'utilizzo di una quantità significativa di luppolo americano nello stile delle American pale ale fu la Sierra Nevada Brewing Company,[9] che produsse la prima tipologia sperimentale di birra denominata Sierra Nevada Pale Ale nel novembre 1980, distribuendo la versione definitiva a partire dal marzo 1981.

Un altro pioniere dell'American pale ale fu Bert Grant del birrificio Yakima Brewing.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Randy Mosher, Tasting Beer: An Insider's Guide to the World's Greatest Drink, Storey Publishing, 1º gennaio 2009, ISBN 9781603420891. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  2. ^ a b (EN) Celebrating the Best of American Craft Beer, su CraftBeer.com. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Eric Asimov, Sampling American Pale Ales, in The New York Times, 28 giugno 2010. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Andy Crouch, Great American Craft Beer: A Guide to the Nation's Finest Beers and Breweries, Running Press, 10 agosto 2010, ISBN 9780762441600. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  5. ^ (EN) Chris Wright, The Beer Journal, Lulu Enterprises Incorporated, 2007-08, ISBN 9781430312468. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  6. ^ (EN) Marty Nachel, Homebrewing For Dummies, Wiley, 23 giugno 2008, ISBN 9780470374160. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  7. ^ a b c (EN) Michael Jackson, Michael Jackson's Beer Companion: The World's Great Beer Styles, Gastronomy, and Traditions, Running Press, 1997, ISBN 9780762402014. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  8. ^ Ogle, Maureen., Ambitious brew: the story of American beer, Harcourt, 2006, ISBN 9780151010127, OCLC 69241367. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  9. ^ (EN) Sam Calagione, Brewing Up a Business: Adventures in Beer from the Founder of Dogfish Head Craft Brewery, John Wiley & Sons, 19 gennaio 2011, ISBN 9781118061879. URL consultato il 6 febbraio 2019.
  10. ^ Michael Jackson's Beer Hunter - How Bert Grant Saved The World, su www.beerhunter.com. URL consultato il 6 febbraio 2019.
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alcolici