Aloisio del Liechtenstein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il figlio di Alfredo del Liechtenstein, vedi Aloisio del Liechtenstein (1869-1955).
Principe Aloisio
Aloys von Liechtenstein (1846-1920).jpg
Nascita Praga, 18 novembre 1846
Morte Vienna, 25 marzo 1920
Padre Principe Francesco di Paola del Liechtenstein
Madre Contessa Ewa Potocka
Consorte Marie Fox

Principe Aloisio Francesco di Paola Maria del Liechtenstein (18 novembre 184625 marzo 1920) era figlio del Principe Francesco di Paola del Liechtenstein (1802-1887) e fratello minore del Principe Alfredo del Liechtenstein. Era il cugino di Giovanni II, Principe di Liechtenstein. Era soprannominato "Il Principe Rosso" (der rote Prinz).

Vita e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Come fecero la maggior parte dei famigliari, Aloisio frequentò la Schottengymnasium a Vienna.

Il Principe Liechtenstein fu un politico austriaco e un riformatore sociale. Fu un avversario del liberalismo, servendo nel Reichsrat dal 1878-1889 come membro cattolico conservatore del parlamento. Nel 1881 divenne membro, e dal 1888-1889 fu presidente del conservatore Zentrum-Klub. Nel 1875 conobbe Karl von Vogelsang e nel 1887 entrò in contatto con Karl Lueger, unendosi al partito cristiano sociale (Christlichsozialen Partei) di quest'ultimo quando fu fondato nel 1891. Aloisio, Lueger, Vogelsang e Franz Martin Schindler si incontravano regolarmente all'Hotel Zur goldenen Ente (Golden Duck, Riemergasse 4) nel primo distretto di Vienna, e ci si riferiva ai loro incontri come Enten-Abende (serate d'anatra). Questo gruppo di lavoro diventò il punto di riferimento per le riforme sociali e loro organizzarono la seconda Katholikentag austriaca nel 1889. Da ciò Schindler sviluppò la piattaforma del nascente partito socialista cristiano.

Rappresentò il partito in parlamento fino al 1911. Lavorò per portare i conservatori cattolici e cristiani socialisti in una coalizione tra 1896-1907 per mantenere i liberali all'opposizione. Dopo la morte di Lueger nel 1910, divenne presidente del partito.

Dal 1906-1918 fu maresciallo della Bassa Austria. Nel 1911 fu nominato alla Camera Alta (Herrenhaus) ma progressivamente si ritirò dalla vita pubblica per motivi di salute. Si dimise da tutte le cariche nel 1918. Le sue campagne di riforma sociale, scuole religiose (Konfessionsschulen) e legge religiosa era nello Spirito di Papa Leone XIII.[1]

Come Lueger, fu considerato un antisemita.[2]

Egli è sepolto in una tomba nel cimitero centrale di Vienna, il Zentralfriedhof (32A, 54).

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Sposò in prime nozze a Londra il 27 giugno 1872 Marie Fox, la figlia adottiva di Henry Fox, IV barone Holland e di sua moglie Lady Mary Augusta Coventry, da cui ebbe quattro figlie femmine. Si sposò nuovamente a Vienna il 20 maggio 1890 con Johanna Elisabeth Maria von Klinkosch (Vienna, 13 agosto 1849 - Baden bei Wien, 31 January 1925), figlia del maestro argentiere Josef Carl Ritter von Klinkosch e di sua moglie Elise Swoboda, senza figli.

I suoi figli furono:

  • Sofia (1873-1947) ∞ Franz von Uerményi (1853-1934)
  • Giulia (1874-1950)
  • Enrichetta (1875-1958), che diventò suora
  • Maria (1877-1939) ∞ Franz Peter von Meran figlio di Franz von Meran (1868-1949)

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Principe Aloisio Francesco di Paola Maria del Liechtenstein Padre:
Principe Francesco di Paola del Liechtenstein
Nonno paterno:
Giovanni I Giuseppe, Principe del Liechtenstein
Bisnonno paterno:
Francesco Giuseppe I, Principe del Liechtenstein
Trisnonno paterno:
Emanuele del Liechtenstein
Trisnonna paterna:
Contessa Maria Antonia di Dietrichstein
Bisnonna paterna:
Contessa Leopoldina von Sternberg
Trisnonno paterno:
Conte Franz Philipp di Sternberg
Trisnonna paterna:
Contessa Leopoldina di Starhemberg
Nonna paterna:
Langravia Giuseppa di Fürstenberg-Weitra
Bisnonno paterno:
Joachim Egon, Langravio di Fürstenberg-Weitra
Trisnonno paterno:
Ludwig August Egon, Langravio di Fürstenberg-Weitra
Trisnonna paterna:
Contessa Maria Anna Fugger zu Kirchberg und Weissenhorn
Bisnonna paterna:
Contessa Sophia zu Oettingen-Wallerstein
Trisnonno paterno:
Philipp Karl, Conte di Oettingen-Wallerstein
Trisnonna paterna:
Contessa Charlotte Juliana von Oettingen-Baldern
Madre:
Contessa Julia Potocka
Nonno materno:
Conte Alfred Wojciech Potocki
Bisnonno materno:
Conte Jan Nepomucen Potocki
Trisnonno materno:
Conta Józef Potocki
Trisnonna materna:
Principessa Anna Teresa Ossolińska
Bisnonna materna:
Principessa Julia Lubomirska
Trisnonno materno:
Principe Stanisław Lubomirski
Trisnonna materna:
Principessa Izabela Czartoryska
Nonna materna:
Principessa Józefina Czartoryska
Bisnonno materno:
Principe Józef Klemens Czartoryski
Trisnonno materno:
Principe Stanisław Kostka Czartoryski
Trisnonna materna:
Anna Józefa Rybińska
Bisnonna materna:
Principessa Dorota Barbara Jabłonowska
Trisnonno materno:
Principe Antoni Barnaba Jabłonowski
Trisnonna materna:
Principessa Anna Lubartowicz-Sanguszkówna

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Über Interessenvertretung im Staat, 1877 (Advocacy and the State)
  • Die soziale Frage, 1877 (The Social Question)
  • Österreich-Ungarns äußere Politik, 1916 (Austria-Hungary's Foreign Policy)
  • Österreichs neue politische Organisation, 1916 (Austria's New Political Organisation)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M. Banauch, Prinz A. von und zu Liechtenstein. Stationen im Leben eines ungewöhnlichen Politikers, Diplomarbeit, Wien 1997
  • Neue Österreichische Biographie
  • Österreichisches Biographisches Lexikon
  • Neue Deutsche Biographie

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN32819275 · GND: (DE120125838
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie