Alfonso Gallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Alfonso Gallo (Aversa, 24 marzo 1890Roma, 1º dicembre 1952) è stato un insegnante e bibliotecario italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Conseguì la laurea in lettere presso l'Università di Napoli. Si iscrisse inoltre alla facoltà di medicina. Si interessò agli studi sulla conservazione dei libri e nel 1938 fondò l'Istituto centrale per la patologia del libro (ICPL, oggi ICRCPAL) che diresse fino all'anno della sua morte, il 1952.
Gli è stato intitolato il Museo dell'Istituto Centrale di Patologia del Libro.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio de Gregori, «Gallo, Alfonso». In: Per una storia dei bibliotecari italiani del XX secolo: dizionario bio-bibliografico 1900-1990, p. 95-96.
  • Eliana Fileri. «Gallo, Alfonso». In: Dizionario biografico degli italiani, Vol. 51. Roma: Istituto della Enciclopedia italiana, 1998, p. 700-702 (on-line).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19670073 · ISNI (EN0000 0000 6629 5391 · SBN IT\ICCU\CFIV\048890 · LCCN (ENn85343172 · GND (DE1026711428 · BNF (FRcb10952014x (data) · BAV ADV10140174 · WorldCat Identities (ENn85-343172
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie