Alex Yoong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alex Yoong
AlexYoong 0028.jpg
Nazionalità Malaysia Malaysia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, A1 Grand Prix
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 2001-2002
Scuderie Minardi
GP disputati 18 (14 partenze)
 

Alexander Charles Yoong (Kuala Lumpur, 20 luglio 1976) è un ex pilota automobilistico malaysiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Formule minori[modifica | modifica wikitesto]

Yoong inizia la sua carriera automobilistica nel 1992. Nel 1994 poi il malese vince la sua prima gara importante: la Formula Asia International race. Nel 1995 arriva poi la vittoria nel campionato malese di Formula Asia'. Dopo questo risultato Yoong approda in Europa, nella Formula Renault inglese, dove rimane fino al 1997. Ci sarà poi un biennio in Formula 3 britannica dove ottiene buoni risultati.

Nel 1999 si registra il passaggio del malese alla Formula 3000.

Passerà poi un anno e mezzo in Formula Nippon.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Yoong guida la sua vettura nella serie A1 Grand Prix

Grazie ai suoi munifici sponsor, nel 2001 viene ingaggiato dalla Minardi come seconda guida in sostituzione di Tarso Marques; esordendo al GP d’Italia, diventa il primo e finora unico pilota malese a correre in Formula 1. Disputa quindi gli ultimi tre Gran Premi, senza marcare punti e rivelandosi ben meno competitivo del compagno Fernando Alonso e commettendo diversi errori.

Le difficoltà finanziarie della Minardi portano tuttavia alla sua conferma anche per la stagione 2002, affiancandogli il debuttante Mark Webber; la stagione tuttavia vede Yoong ancora in difficoltà: dopo un buon settimo posto nella gara inaugurale in Australia (propiziato comunque da numerosi ritiri avversari), il pilota malese si ritrova stabilmente a fondo schieramento, ben distante da Webber e mancando in tre occasioni la qualificazione alla gara, cosa che porta la Minardi a sostituirlo inizialmente con Anthony Davidson nei GP di Ungheria e Belgio, salvo poi reintegrarlo per le ultime tre gre stagionali. Tuttavia, dati i risultati deludenti, la squadra faentina decide non rinnovargli il contratto per il 2003.

Dopo la massima serie[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonata la F1 nel 2004 decide di dedicarsi alle Champ Car, ma la sua stagione dura poco e passa quindi alla serie Supercars. Contemporaneamente lavora anche a 8TV e ad ESPN Star Sports come commentatore. Nel triennio 2005-2007 gareggia invece nella serie A1 Grand Prix per il team malese.

La GP2 Asia Series[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la A1, Yoong partecipa ad alcune gare della Le Mans, ma senza successo. Decide quindi di gareggiare nella GP2 Asia Series con il team malese Qi-Meritus Mahara.

Risultati F1[modifica | modifica wikitesto]

2001 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Minardi PS01 Rit Rit 16 0 26º
2002 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of Austria.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of France.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Flag of Japan.svg Punti Pos.
Minardi PS02 7 Rit 13 NQ NP Rit Rit 14 Rit NQ 10 NQ 13 Rit Rit 0 20º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120556996 · ISNI (EN0000 0000 7802 4855 · LCCN (ENno2010062651 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010062651